Benessere e Salute

Vacuum terapia: quando è sconsigliato farla

Nel corso degli anni sono state sviluppate numerose terapie per il benessere fisico, inizialmente diffuse solo in ambito medico-riabilitativo e successivamente rese disponibili anche in campo estetico.

 

Nella maggior parte dei casi si tratta di tecniche molto vecchie inventate, studiate e realizzate in paesi esteri, che grazie al progresso tecnologico è stato possibile modificare e rendere più innovative. Una di queste è la Vacuum Terapia, conosciuta all’interno dei centri sportivi più tecnologici, come Vacufit.

 

Sono macchinari che agiscono in modo mirato su alcune problematiche fisiche e grazie all’implementazione delle ultime tecnologie riescono ad offrire prestazioni migliori e a ridurre le tempistiche per ottenere dei risultati visibili. Scopri di più sulla tecnologia Vacufit in questa pagina https://www.fitandgo.it/vacufit/.

 

Che cos’è e come funziona la Vacuum terapia

 

La Vacuum Terapia è un trattamento estetico molto diffuso in tutti i principali paesi occidentali, che ha ottenuto un grande risalto mediatico durante le Olimpiadi di Rio tenutesi nel 2016. Questo trattamento, infatti, veniva utilizzato sugli atleti per velocizzare il recupero muscolare tra un allenamento e un altro.

 

Nata in Cina, si tratta di una tecnica molto antica che si basa sul principio del vuoto, ovvero sull’utilizzo di coppette messe a contatto con il corpo per provocare una congestione temporanea del muscolo.

 

Le coppette sono realizzate principalmente con il vetro e la gomma, posizionate su una specifica zona del corpo da trattare che, una volta azionato il macchinario, sottopone l’intera area ad una depressione e ad una compressione. Queste due azioni stimolano la circolazione venosa e linfatica, generano un maggior afflusso sanguigno nella zona trattata, causando così l’eliminazione delle tossine, il miglioramento della circolazione e un ricambio di liquidi più veloce.

I macchinari di ultima generazione utilizzano questo principio di base e lo combinano con altre tecnologie innovative, così da offrire una terapia ottimizzata e migliorata, in grado di rendere visibili in poco tempo i risultati sperati, sia in ambito estetico che riabilitativo.

 

Per svolgere il trattamento è necessario applicare uno speciale gel e collegare le coppette ad un apposito macchinario, così da far scorrere più facilmente le coppette sul corpo. Ogni seduta può durare dai 20 fino ai 60 minuti, in base alla problematica fisica o estetica da risolvere.

 

Quali controindicazioni ha una vacuum terapia?

 

Per poter ottenere dei risultati davvero soddisfacenti è necessario che un individuo soggetto a vacuum terapia segua una terapia di idratazione costante nel tempo. Nel caso del macchinario Vacufit, che rappresenta una tecnologia innovativa in grado di combinare l’effetto sottovuoto con l’effetto thermal dei raggi infrarossi, è necessario non essere soggetti a forti cali di pressione.

 

Questo trattamento è fortemente sconsigliato anche alle donne in gravidanza o ai soggetti con alcune specifiche malattie, come diabete ed epilessia. In alcuni casi, il trattamento può essere sconsigliato anche durante il periodo mestruale, in particolare se il fisico della cliente è molto sensibile.

 

Le controindicazioni legate a questa terapia non sono molte, tuttavia, i maggiori esperti del settore hanno diffuso una serie di consigli da seguire quando si effettua la vacuum terapia per la prima volta:

 

  • Non praticare la terapia su zone del corpo soggette a ferite infette, su organi esposti, su aree soggette a fistole o osteomielite.
  • Si sconsiglia di praticare la vacuum terapia anche su zone del corpo dove sono presenti dei capillari dilatati, perché la terapia si basa sul miglioramento della circolazione e un maggior afflusso sanguigno e quindi potrebbe causare problemi di salute non indifferenti. Tuttavia, è possibile ovviare il problema praticando il trattamento vacuum su quella specifica zona del corpo ad un’intensità minore rispetto a quella utilizzata su altre aree.
  • Si sconsiglia di utilizzare i macchinari per la terapia in presenza di infiammazioni venose o se si è soggetti a trombosi.

 

Vacuum terapia in ambito estetico: ecco a cosa serve

 

In ambito estetico, i principali benefici che si ottengono sono la riduzione della cellulite e il riassorbimento di eventuali cicatrici. Ad oggi, gran parte dei centri estetici hanno in dotazione dei macchinari per effettuare una vacuum terapia.

 

In generale, un macchinario che effettua questa terapia è composto da due parti: il generatore che permette di monitorare l’intensità della compressione e della decompressione, e gli elettrodi che devono essere collegati al generatore e sono a forma di ventose.

 

Come anticipato nel precedente paragrafo, per ottenere un risultato più efficiente sin dalle prime sedute, è consigliato eseguire un vero trattamento di idratazione costante che permette di aiutare l’organismo nell’eliminazione delle scorie già espulse dai tessuti durante la vacuum terapia.

 

Ricordiamo che il trattamento vacuum è indolore, rapido e può essere indicato a qualsiasi persona che non riporta le problematiche appena citate. In ambito estetico, la durata del trattamento è limitata e può durare dalle 12 fino alle 15 settimane al massimo. In ambito medico, invece, si tratta di un vero e proprio trattamento permanente.

 

Quali sono i principali benefici ottenuti con le terapie vacuum innovative

 

Abbiamo specificato che esistono macchinari innovativi in grado di combinare le principali operazioni e benefici della vacuum terapia con tecnologie più avanzate che permettono di ottenere ulteriori vantaggi sull’aspetto fisico e sulla salute.

 

I principali obiettivi della vacuum terapia riguardano la risoluzione di problemi di circolazione e ritenzione idrica. La terapia, infatti, permette di riattivare la circolazione nei muscoli e al tempo stesso permette di risolvere in poco tempo eventuali contratture muscolari o dolori causati dallo stress del corpo.

 

Nel caso della tecnologia vacufit e dei macchinari di ultima generazione, i benefici che si possono ottenere con la terapia sono:

 

  • L’eliminazione della cellulite sui fianchi, sui glutei, sulle cosce e sulla pancia in modo più efficiente e visibile;
  • La rimozione dell’accumulo di adipe e la perdita dei cm di circonferenza;
  • Maggiore elasticità e tonificazione dei tessuti cutanei, anche in questo caso i risultati possono essere visibili già dopo la prima seduta;
  • Eliminazione delle tossine;
  • Stimolazione della circolazione sanguigna e linfatica;
  • Aumento della densità ossea e possibile riduzione del rischio di osteoporosi nel corso degli anni, se il trattamento viene ripetuto in modo costante.
  • Migliora l’incremento di colesterolo buono;
  • Permette di ridurre il rischio di malattie cardiache.

 

 

 

Comment here