Sucralosio: calorie, proprietà, fa male?

0
5
sucralosio

Il sucralosio è un dolcificante conosciuto anche con il nome di E955. È un prodotto artificiale che è ben 600 volte più dolce del comune saccarosio, ovvero del classico zucchero. Resiste al calore e si può utilizzare in cottura e resiste anche a numerosi pH, quindi si può usare anche nei prodotti acidi come i succhi di frutta.

Come sappiamo che è 600 volte più dolcificante dello zucchero? Perché il potere dolcificante viene stabilito con delle misure di confronto tra il sapore della soluzione della sostanza presa in esame e il sapore di soluzioni che invece contengono il saccarosio.

Il potere dolcificante del saccarosio è l’unità di misura. Anche se è praticamente una misura soggettiva, questa analisi del potere dolcificante è sufficiente per gli scopi di utilizzo dei vari prodotti. Vediamo ora di conoscere meglio il sucralosio e di capire se è sicuro per la salute.

Sucralosio: che cos’è?

Il sucralosio, come anticipato, è artificiale e non lo troviamo in natura. Viene chimicamente prodotto per clorurazione selettiva dello zucchero, significa che si selezionano tre dei gruppi idrossilici dello zucchero comune e altrettanti atomi di cloro.

Il cloro si trova in numerosi alimenti ed è importantissimo per i processi biologici e naturali. Anche se il sucralosio è a base di zucchero, la molecola viene chimicamente modificata e per questo viene indicato come dolcificante artificiale.

Il sucralosio è stato scoperto nel 1976 da un chimico indiano Leslie Hough nel corso di alcuni i test sugli zuccheri clorurati. Il sucralosio risulta 600 volte più dolce del comune saccarosio, quindi viene spesso utilizzato per la produzione di bevande dietetiche.

Per un bicchiere di una bibita dietetica bastano 0,07 g di sucralosio per un sufficiente potere dolcificante, mentre occorrerebbero ben 40 g di zucchero comune. Il prodotto viene approvato in Europa nel 2004 e oggi viene utilizzato in gran parte dei paesi del mondo.

Alcuni studi sui ratti hanno hanno anche dimostrato che il sucralosio non viene metabolizzato dal corpo umano, ciò significa quindi che non ha potere calorico. Anche se il sucralosio è a base di zucchero, l’organismo non lo riconosce né come uno zucchero e né come un carboidrato e lo elimina tramite le feci e l’urina.

Vediamo ora di capire se il sucralosio fa male o se è sicuro per la nostra salute e per i suoi vari utilizzi nei prodotti dietetici e non solo. Continua a leggere la nostra guida per scoprire tutto quello che devi sapere.

Fa male alla salute?

Il sucralosio non viene metabolizzato dall’organismo e non è calorico, quindi è perfetto per i prodotti dietetici, ma fa male? Gran parte del sucralosio assunto non viene assorbito e si elimina attraverso feci e urine passando attraverso l’apparato digerente.

È il dolcificante artificiale più stabile sul mercato, tanto che potrebbe proprio essere utilizzato al posto dello zucchero. Il sapore è simile a quello del comune zucchero e non ha retrogusto come spesso capita per l’aspartame.

Ha una eccezionale stabilità termica e non si accumula nell’organismo. Non ha effetti sul glucosio, sul metabolismo dei carboidrati, sull’assorbimento del glucosio e del fruttosio e sull’insulina, infine non ha nessun effetto sul controllo del tasso glicemico né a breve né a lungo termine.

Al momento però non si è sicuri possa essere adatto anche ai diabetici. Il sucralosio non aumenta il rischio di carie dentaria dato che non favorisce lo sviluppo di batteri orali, fin qui sembra essere proprio il dolcificante perfetto, ma lo è davvero?

Il sucralosio è stato approvato dagli organismi con competenze sulla sicurezza alimentare non solo a livello nazionale, ma anche internazionale ed è stato dichiarato che la dose di ingestione giornaliera sicura del sucralosio è di circa a 9 mg/kg del peso corporeo.

Il dato è stato determinato da oltre cento diversi studi sia sugli animali che sugli esseri umani. Sono stati studiati sia il rischio di carcinogenicità, che i danni al sistema nervoso o all’apparato riproduttivo, dato che non sono stati riscontrati effetti, il prodotto è stato considerato sicuro.

In dosi estremamente massicce il sucralosio potrebbe causare danni alla ghiandola timo, fondamentale per il sistema immunitario, ma per arrivare a danneggiare la ghiandola, un uomo di circa 80 kg dovrebbe assumere ben 240 grammi di sucralosio in un mese, ovvero oltre 20.000 bustine in un solo giorno e proseguire per un intero mese. Praticamente una dose impossibile da raggiungere.

Quindi il sucralosio risulta sicuro anche per la ghiandola timo. Dato che non viene nemmeno assorbito dal nostro organismo, si tratta di un dolcificante che rappresenta una alternativa ottimale per dolcificare gli alimenti senza assumere calorie e senza impattare sul nostro organismo.

Se non si superano le quantità suggerite 9mg/Kg/d e lo si alterna anche con altri zuccheri, non causa alcun danno alla nostra salute. Il sucralosio è quindi un prodotto sicuro che non danneggia il tuo organismo.

Ricorda che la chiave della salute è sempre la moderazione, gli alimenti devono essere consumati senza mai esagerare perché anche l’alimento più sano, se assunto in quantità smodate e senza limiti, può essere pericoloso per la salute. Meglio fare attenzione alle dosi!

Vediamo ora in conclusione di ricapitolare la questione sicurezza e sucralosio e di capire cosa fare per integrarlo nella nostra dieta. Continua a leggere.

Conclusione

In conclusione ribadiamo che il sucralosio è sicuro per la salute nelle dosi indicate. Dato che non viene assorbito dal nostro organismo, viene espulso tramite feci ed urine e non va ad influire negativamente sul metabolismo, puoi consumarlo senza timori particolari.

Se seguirai le nostre indicazioni e non esagererai con il consumo né di zucchero, né di sucralosio, né di altri dolcificanti, la tua salute sarà protetta. Se hai ancora qualche dubbio chiedi un parere al tuo nutrizionista di fiducia.

Saprà di certo come aiutarti a capire in che modo puoi integrare il sucralosio nella tua dieta e come utilizzarlo come sostituto del comune zucchero da cucina anche per la preparazione delle tue pietanze. A presto e continua a seguirci! Noi siamo qui per darti i consigli di cui hai bisogno.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here