Alimentazione

Spuntini light e veloci per sentirsi sazi e leggeri tutta la giornata

Spesso ci si trova a dover avere a che fare con quegli improvvisi attacchi di fame che diventano, a poco a poco, semplicemente incontrollabili. Al fine di porre un freno ad una situazione difficile da gestire, si opta quasi sempre per il primo snack che si ha a portata di mano sottovalutando quella che è la sua incidenza all’interno della propria dieta abituale. Perciò, è necessario documentarsi nel migliore dei modi individuando delle alternative salutari capaci di saziare con leggerezza e genuinità. D’altro canto, si tratta dell’unica strada percorribile per non minare progressivamente il proprio benessere psico-fisico con una serie di complicazioni alquanto spiacevoli.

Spuntini light e veloci per sentirsi leggeri e pienamente soddisfatti

Un’abitudine alimentare che sappia tutelare la salute del diretto interessato prevede l’assunzione di snack e spuntini adeguati – da fare a metà mattinata o metà pomeriggio – da accompagnare con il consumo di tisane ed acqua, indispensabili per riempire lo stomaco ed enfatizzare naturalmente il senso di sazietà. Questa prassi può essere applicata anche quando si preparano degli antipasti veloci avendo l’accortezza di non esagerare, altrimenti si corre il rischio di smorzare l’appetito altrui compromettendo, così, la naturale prosecuzione di una cena o di pranzo.

Lo spuntino light per antonomasia prevede l’assunzione della frutta secca. Noci, mandorle, pistacchi, anacardi, noci brasiliane e molto altro ancora contengono una buona quantità di magnesio, fosforo, calcio, ferro e potassio. Il loro consumo fornisce una carica di energia notevole che sazia per molto tempo e permette di compiere qualunque attività senza alcun calo di rendimento. Difatti, è consigliabile portare con sé delle porzioni – fatte in casa o acquistate in appositi sacchetti al supermercato – per avere a portata di mano uno snack dai molteplici vantaggi.

Per chi non riesce a rinunciare ad uno spuntino salato, esistono delle soluzioni pratiche e convenienti per soddisfare il proprio senso di fame con naturalezza. Tra queste, ci sono i popcorn (da preparare a casa abbinando un pizzico di sale a 25 grammi di mais) e le olive, un cibo ricco di grassi polinsaturi e monoinsaturi abilissimo nell’abbassare i livelli del colesterolo maligno. Ovviamente, si consiglia di consumarle ricorrendo a delle quantità accettabili per uno spuntino – come 6-8 olive nere o 8-10 olive verdi medie.

Pinzimonio, ceci speziati e humus di ceci

Per chi vuole puntare su delle alternative ai classici snack salati, c’è il pinzimonio di verdure crude. La composizione di questo spuntino prevede l’utilizzo di bastoncini di carote, ravanelli, pomodori e piccoli pezzi di finocchio o di sedano. Un mix che oltre ad essere benefico per l’organismo, consente di variare la propria dieta racchiudendo in un unico pasto quegli alimenti che andrebbero assunti con regolarità nell’arco di un’intera settimana. In più, si possono comporre ulteriori abbinamenti tanto stimolanti quanto appetitosi coinvolgendo persino i lupini o l’hummus di ceci.

In merito a quest’ultimo, si può dire che sia una vera e propria specialità capace di dare quel qualcosa in più a qualunque spuntino giornaliero. Ricco di proteine, di grassi buoni e fibre, permette di tenere a bada i livelli di zuccheri e carboidrati e di raggiungere un grado di appagamento semplicemente eccezionale. Ad ogni modo, è preferibile mangiarlo senza esagerare poiché i ceci sono ben noti per la loro pesantezza non appena si va oltre determinate quantità.

Se, poi, si desidera assaporare i ceci speziati, allora conviene approfittare di questa incredibile fonte di proteine e fibre in grado di rafforzare enormemente il proprio sistema immunitario. In aggiunta a ciò, i ceci speziati non intaccano il regime alimentare che si sta seguendo in quel periodo e possono essere arrostiti per assumere una consistenza e un sapore simili a quelli delle noci. Anche in questo caso, si possono realizzare delle mini porzioni tascabili da 30-50 grammi da portare in ufficio o quando si esce con gli amici per fare un giro in centro.

Un altro alimento che appartiene alla categoria dei legumi versatili è il lupino. Dotato di proteine e fibre, mostra delle proprietà ipocaloriche e sazianti che fanno il paio con l’assenza del glutine, una caratteristica imprescindibile per i vegetariani e per chi è affetto da celiachia. Ma visto e considerato che ciò è soltanto una parte dei suoi punti di forza, occorre sottolineare che il lupino è persino una fonte inesauribile di grassi polinsaturi come l’omega 3 e l’omega 6, utilissimi per ridurre sensibilmente il rischio cardiovascolare e prevenire patologie gravissime come il cancro. Grazie ad una porzione da 60-70 grammi, ci si sazierà a dovere tutelando, su più fronti, il proprio organismo.

Yogurt greco, mirtilli e budino ai semi di chia

Ogni spuntino light che si rispetti necessita anche di una buona dose di dolcezza. Pertanto, per chi cerca delle soluzioni che non appesantiscano irreversibilmente il proprio fisico ci sono i mirtilli, frutti dalle innumerevoli proprietà il cui sapore dolceamaro si abbina egregiamente ad una capacità specifica nel curare i radicali liberi. Consumare una coppetta di mirtilli, o mangiarne 100 grammi, non influisce sul proprio peso forma e rilascia principi attivi e acidi organici in grado di apportare un’enormità di benefici al sistema immunitario del diretto interessato.

Quando, invece, si vuole puntare su un grande classico degli spunti light, la scelta non può che ricadere sullo yogurt greco. Questo spuntino ha un basso impatto calorico e aiuta ad arginare gli attacchi di fame grazie al contenuto a base di calcio, proteine e sali minerali. Aggiungendoci, poi, un po’ di cannella o del cacao in polvere, si insaporirà ulteriormente un prodotto adatto per qualunque fascia di età.

Infine, per i superfood da tenere d’occhio quando di vuole fare uno spuntino veloce e nutriente c’è il budino ai semi di chia, un dolce versatile che incide sul proprio corpo senza alterare il bilancio calorico. Per preparare questo dessert, occorre unire due tazze di latte di cocco e 150 grammi di semi di chia all’interno di un recipiente. Dopo aver frullato il tutto, si otterrà un composto da lasciare in frigo per almeno due ore, ossia fin quando non diventerà un budino morbido, appetitoso ed estremamente invitante.

Comment here