Sindrome di Habba: cause, sintomi, diagnosi e terapie efficaci

0
149
sindrome di habba

Se soffri di diarrea e di Sindrome di Habba, vuoi capire di cosa si tratta e cosa devi fare per difenderti, stai leggendo una guida che potrebbe esserti di aiuto. La sindrome di Habba può essere una patologia particolarmente fastidiosa ed imbarazzante, ma ricorda che è possibile procedere con un trattamento specifico per combatterla. Vediamo insieme come.

Che cos’è la sindrome di Habba

La sindrome di Habba è una patologia che causa vari gradi di diarrea cronica con tre o persino più movimenti intestinali al dì. La diarrea si presenta in genere come frequente, acquosa e in alcuni casi anche esplosiva. In certi pazienti può causare anche incontinenza. La diarrea spesso si concentra dopo i pasti.

Purtroppo a causa dell’urgenza del bisogno, i soggetti che soffrono di questa patologia si trovano costretti a cercare immediatamente un bagno. La sindrome di Habba causa anche dolori molto intensi e crampi dolorosi, questi sintomi possono provocare imbarazzo ed interferire anche con la vita sociale ed interferire con le attività quotidiane.

Ci sono persino dei pazienti che si trovano costretti a rimanere sempre rinchiusi in casa per il terrore di sintomi improvvisi o per paura di provare imbarazzo. Molti non riescono nemmeno a mangiare per il timore di avere improvvise e dolorose scariche di diarrea.  La maggior parte dei pazienti perde molto peso e si sente debole a stanca.

La diarrea si presenta solo raramente di notte, questo perché in genere le scariche si verificano prima. In genere non presentano perdite di sangue, a meno che non si verifichi una irritazione della zona del retto a seguito dei frequenti e ripetuti movimenti intestinali.

Nella guida di oggi cerchiamo di conoscere meglio la sindrome di Habba. Parleremo delle cause, dei sintomi, della terapia e delle altre patologie ad essa associate. Buona lettura.

I sintomi della Sindrome di Habba

Questo tipo di patologia è associata e causata da delle disfunzioni della colecisti. Non sempre i pazienti che ne soffrono presentano anche dolore addominale in presenza della malattia della colecisti, ma sono molti i casi di pazienti che accusano anche crampi addominali.

Quali sono i sintomi di questa patologia? I sintomi più comuni della sindrome di Habba sono:

  • Diarrea post-prandiale;
  • Urgenza di andare in bagno;
  • Incontinenza;
  • Paura di mangiare;
  • Dolori addominali;
  • Cistifellea disfunzionale;

La diagnosi

Per capire come diagnosticare la patologia si effettua un radio-test nucleare che indaga la funzione della colecisti, un test non invasivo e che si può effettuare nei centri radiologici o negli ospedali. L’ecografia della cistifellea non è sufficiente per la diagnosi perché in genere il risultato del test è normale.

Il medico, per la diagnosi, inizia chiedendo informazioni al paziente sui sintomi, poi si procede con l’analisi delle feci, le radiografie, la colonscopia e gli esami specifici. Solo a seguito si avrà una diagnosi.

Bisogna fare vari test per escludere patologie da malassorbimento come la celiachia, il cancro e le possibili malattie infiammatorie intestinali come ad esempio la colite ulcerosa o il morbo di Crohn. Prima di iniziare la terapia per la Sindrome Habba devono essere escluse tutte le altre possibili cause di scariche diarroiche.

Sindrome di Habba e diarrea post-prandiale

Studi clinici hanno individuato tre possibili cause per la diarrea post prandiale associata alla sindrome di Habba. Vediamole insieme:

  • Malassorbimento degli acidi biliari, durante la digestione gli acidi biliari vengono secreti nell’intestino tenue e consentono di digerire i grassi. Quando gli acidi biliari non sono ben assorbiti gli eccessi causano  secrezione di fluido che può dare origine a feci acquose e a diarrea;
  • Insufficienza pancreatica esocrina, si tratta di una condizione in cui il pancreas non riesce a produrre una quantità sufficiente di enzimi digestivi e non permette di digerire correttamente i cibi che vengono assunti, questo causa feci acquose e con presenza di cibi non digeriti;
  • Glucosidasi, si tratta di sostanze che aiutano il nostro organismo a digerire i carboidrati. Una anomalia può causare diarrea post-prandiale a volte associata al consumo di alcuni cibi specifici;

In altri casi la diarrea post prandiale può essere causata anche da delle quantità eccessive di acido gastrico che possono essere associate ai sintomi di diarrea post-prandiale. La diarrea post prandiale può essere causata anche dalla presenza di livelli di fluido nell’intestino dopo i pasti.

Se soffri di diarrea dopo pranzo non soffrire in silenzio, chiedi aiuto al tuo medico e valuta la situazione. A seguito degli esami specifici troverai di certo la terapia adatta a te per iniziare a combattere la sindrome di Habba. Qui di seguito vediamo quali sono le cure specifiche per trattare la sindrome di Habba e i suoi sintomi.

Sindrome di Habba: le cure

Questa patologia è causata da un inadeguata funzione della bile nel tratto gastrointestinale, una terapia farmacologica è necessaria per modificare la costituzione degli acidi biliari ed è utile a diminuire i sintomi diarroici causati dalla presenza anomala degli acidi biliari.

Farmaci

I farmaci vanno assunti circa mezz’ora prima dei pasti per consentire all’organismo di legare gli acidi biliari riducendo sensibilmente il rischio di scariche diarroiche. Una volta iniziata la giusta terapia, la risposta è spesso eccellente e rapida e i sintomi possono iniziare a regredire entro pochi giorni di terapia. La terapia farmacologica contro la sindrome di Habba si può proseguire anche per lungo tempo senza problemi.

Dosaggio

Il dosaggio si può aumentare o diminuire a seconda delle esigenze e dei sintomi, ovviamente la terapia e il dosaggio vanno sempre prescritti dal medico a seguito di controlli specifici. È possibile procedere con un intervento chirurgico? Purtroppo la risposta non è sempre affermativa. Anche se si procede con una colecistectomia (ovvero con una asportazione della cistifellea) non sempre si risolve il problema.

In genere il 10% dei pazienti presenta gli stessi sintomi anche dopo la rimozione della colecisti. Per questo motivo la rimozione chirurgica della cistifellea non rappresenta in tutti i casi un trattamento utile contro la diarrea cronica da sindrome di Habba.

Ricorda che non sei solo e che non sono poche le persone che si trovano a combattere ogni giorno contro questa sindrome. Per sentirsi meglio, oltre alla terapia quotidiana, è necessario imparare a gestire la diarrea cronica ed imparare a conviverci. Non limitare la tua vita, chiedi aiuto al tuo medico per trovare la terapia adatta a te.

La nostra guida è a scopo unicamente informativo e che non può né deve sostituire in alcun modo il parere del medico. Se hai dubbi riguardo la sindrome di Habba chiedi consiglio al tuo medico. Al momento sono in corso diversi studi su queste patologie, si tratta di una patologia trattabile, quindi non disperare. Se hai bisogno di sostegno chiedi aiuto ai tuoi cari o rivolgiti ad un terapista. La terapia psicologica può essere un valido aiuto per superare l’imbarazzo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here