Si può mangiare la pancetta in gravidanza?

0
19
Pancetta non cotta

Possiamo mangiare la pancetta in gravidanza? Oppure trattandosi di un salume dobbiamo necessariamente evitarla?

Vediamo insieme quali tipi di pancetta (e quali tipi di cottura) possono essere adatti ad una gestante.

La risposta breve: cotta sì, cruda no

La pancetta viene venduta in diverse forme: c’è quella tesa, quella arrotolata, quella a forma di bacon e ancora quella fresca, che possiamo trovare in macelleria invece che in salumeria.

Se non hai voglia di approfondire la questione, ti lasciamo qui con una tabella che riassume un po’ il rapporto tra gravidanza e pancetta appunto:

  • Versione tesa / rettangolare da salumeria: solo se cotta
  • Versione tonda: solo se cotta
  • Versione in cubetti: solo se cotta
  • Versione fresca di macelleria: solo se molto ben cotta

È carne di maiale e sebbene i controlli oggi siano molto estesi e molto approfonditi, soprattutto sui capi di bestiame di provenienza industriale, nessuna gestante dovrebbe consumarne senza una cottura approfondita.

Come va cotta la pancetta durante la gravidanza

Benché i rischi siano statisticamente minimi, è più che opportuno cuocere qualunque tipo di carne di maiale – soprattutto durante la gravidanza – a temperature relativamente elevate per qualche minuto.

Per eliminare il rischio di toxoplasmosi e trichinellosi bisognerebbe far raggiungere alla carne, fino al suo interno, una temperatura di almeno 71° C. Si tratta di una temperatura che non è elevatissima, ma che allo stesso tempo non è affatto facile da far raggiungere a pezzi di pancetta molto spessi (come può essere ad esempio nel caso dei cubetti).

Se cuoci la tua pancetta in padella, preferisci sempre un livello di cottura più alto della media, per eliminare davvero ogni tipo di rischio.

Per quanto riguarda invece la cottura alla griglia, le temperature che vengono raggiunte dalle carni rendono la pancetta più che sicura anche per chi sta affrontando la gravidanza.

Bacon americano: si può mangiare in gravidanza

Si tratta di carne affumicata e teoricamente sicura, anche se andrebbe comunque cotta per eliminare ogni tipo di problema potenziale.

Siamo davanti ad un prodotto che dovrebbe essere trattato, in tutto e per tutto, come la pancetta nostrana, senza che il lungo processo di affumicatura possa essere considerato come qualcosa che fa la differenza.

Puoi dunque mangiare anche il bacon americano, a patto di fargli raggiungere una temperatura di almeno 71° C nel suo punto più interno. Anche in questo caso la cottura alla griglia dovrebbe essere più che sufficiente, mentre per la cottura in padella è bene prestare qualche attenzione ulteriore: facciamo cuocere il tutto qualche minuto rispetto a quanto faremmo se non stessimo affrontando una gravidanza.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here