Si possono mangiare le pesche mentre sei a dieta?

0
8
Pesche a dieta

Le pesche fanno ingrassare? Oppure possiamo consumare in assoluta libertà uno dei frutti più saporiti della stagione calda?

Non è una domanda stupida, perché chi ci segue con assiduità sa bene che non tutta la frutta è adatta alla dieta, dato che alcune varietà di questa categoria sono troppo ricche di zuccheri. Che fare allora? Possiamo mangiare le pesche durante la dieta?

Lo scopriremo con la guida di oggi dei nostri esperti dietologi.

Quante calorie ha una pesca?

Le pesche sono un frutto molto dolce, che hanno una quantità moderata di calorie. In entrambe le varietà maggiori abbiamo infatti circa 40 calorie per 100 grammi, con una pesca media che contiene dalle 60 alle 80 calorie.

Non sono sicuramente molte calorie, anche se vale la pena di ricordare che tutte le calorie di questo frutto arrivano dal fruttosio, uno zucchero che non è poi ideale per la nostra dieta.

Non si possono assolutamente mangiare pesche in quantità industriali, discorso che è valido per praticamente qualunque varietà di frutta, anche se utilizzarle come spuntino a metà mattinata, oppure come merenda, è sicuramente qualcosa di indicato.

Se non hai voglia di saperne di più e vuoi una risposta semplice al quesito che ti frulla in testa, possiamo dirti che le pesche non fanno ingrassare, se mangiate in quantità moderate.

Non ingozzarti di pesche, ma utilizza le grandi proprietà nutritive di questo frutto per integrare la tua dieta.

Scegli le nettarine e mangiale con la buccia

Non ci stancheremo mai di ripeterlo: la frutta va consumata, quando possibile, con la buccia. La buccia è infatti ricca di fibre alimentari che ci aiutano ad avere un intestino regolare e aiutano anche il senso di sazietà.

Scegli le pesche senza pelo, quelle che vengono chiamate nettarine, perché potrai mangiarle con la buccia senza problemi.

Le pesche sono ricche di antiossidanti, che fanno bene alla salute e ci mantengono giovani

Come il grosso dei frutti, anche le pesche contengono elevate concentrazioni di anti-ossidanti, che ti permettono di mantenere il tuo corpo giovane, sia dentro che fuori.

Gli antiossidanti infatti combattono i radicali liberi che sono responsabili dell’ossidazione e dell’invecchiamento cellulare. Potresti assumerli tramite integratori, ma perché farlo quando in realtà hai a disposizione una ottima fonte di queste sostanze nella frutta di stagione?

Conclusioni: si possono mangiare le pesche a dieta?

Sì, anche se ricordati che costituiranno una importante fonte di zuccheri/carboidrati. Consumale con moderazione, magari per sostituire un dessert, dei biscotti a metà mattina o comunque uno snack dolce.

Le pesche, come tutta la frutta, devono essere consumate con una certa moderazione, anche se apportano, al netto degli zuccheri contenuti, degli importantissimi benefici sia per la nostra salute, sia per la nostra linea e possono essere dunque incluse all’interno della nostra dieta senza troppi problemi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here