Perdite verdi in gravidanza: cause, altri sintomi e possibili cure

0
26

La comparsa di secrezioni vaginali non è un evento raro nella vita di una donna, ma cosa significa quando le perdite sono di colore anomalo, ovvero verde? Perdite dal colore anomalo possono essere spia della presenza di infezioni che possono preoccupare non poco le future mamme.

Cosa bisogna fare in questi casi? Che significa avere perdite verdi? Bisogna preoccuparsi? Le perdite verdi in gravidanza possono causare danni al feto? Vediamo di rispondere insieme a tutte queste domande in questa nostra guida di oggi. Buona lettura.

Perdite verdi: cosa significano

Nel corso dell’età fertile della donna è del tutto normale avere una secrezione vaginale dalla consistenza fluida e dal colore trasparente o biancastro, la perdita in genere è inodore e perfettamente normale e non viene associata ad alcun sintomo o patologia. La qualità e la quantità delle perdite chiare e innocue varia a seconda delle fasi del ciclo mestruale e dalle abitudini di vita quotidiana.

Questa è una condizione fisiologica e perfettamente sana, ma la comparsa di perdite vaginali verdi al contrario è spia della presenza di un problema e quasi sempre si tratta del sintomo di una infezione. Queste secrezioni di colore anomalo possono presentarsi in maniera del tutto asintomatica o essere associate anche ad altri sintomi come:

  • Prurito;
  • Cattivo odore;
  • Bruciore;
  • Dolore;

In casi di infezioni gravi il dolore può essere anche molto intenso e ai sintomi può aggiungersi anche la febbre. Se si hanno perdite vaginali di questo colore è sempre consigliabile rivolgersi al ginecologo per fare degli esami specifici e approfonditi, per capire di quale infezione si tratti e per poter procedere con la cura più appropriata. In gravidanza è fondamentale avvertire il medico in caso di cambiamenti che possono far sospettare la presenza di infezioni.

Spesso le secrezioni verdi sono provocate da una malattia sessualmente trasmissibile che deve essere trattata anche con la limitazione del contagio e la prevenzione delle ricadute con il trattamento al partner oltre che con la terapia mirata. Tra gli agenti infettivi più frequentemente associati alle perdite verdi sia in gravidanza che non sono:

  • Trichomonas;
  • Clamydia;
  • Neisseria Gonorrhoeae;

I germi di queste malattie possono causare infezione vaginale e un’infiammazione della cervice uterina, e in alcuni casi una possibile risalita fino agli organi pelvici. La risalita fino agli organi pelvici può causare anche la malattia infiammatoria pelvica (conosciuta anche come PID). La PID è un’emergenza medica che va trattata immediatamente, i sintomi sono caratterizzati da febbre e dolore pelvico anche severo che può portare fino alla peritonite e in genere si opta per il ricovero ospedaliero della donna gravida.

In gravidanza si tratta di una patologia seria dato che potrebbe mettere a rischio sia la mamma che il feto. Si procede in genere con la somministrazione di una terapia antibiotica specifica, che in gravidanza va eseguita con cautela e sotto lo stretto controllo medico.

Queste infezioni solo raramente mettono a rischio di vita la donna, ma in gravidanza possono diventare un problema molto più serio. Di solito un aggravamento di questi malattie porta a sterilità, dato che causa la formazione di aderenze che possono finire per ostruire le Tube di Falloppio. Per questo motivo è necessario riconoscere e trattare tempestivamente queste patologie, soprattutto in gravidanza.

Altre condizioni che possono causare le perdite vaginali verdastre sono causate dalla presenza di un corpo estraneo. A volte le perdite verdi possono essere causate dall’utilizzo della spirale al rame (non nel caso della donna incinta) o dal pessario vaginale per il trattamento del prolasso. In ogni caso di fronte alle perdite vaginali verdi, sia asintomatiche che non, è importante contattare il ginecologo.

Un trattamento inadeguato può essere causa anche di conseguenze gravi sia sulla salute della mamma che sulla salute del feto. Vediamo ora in che modo è possibile prevenire, trattare ed eliminare le perdite verdi. Continua a leggere.

Prevenzione

Per prevenire il rischio di infezioni che causino perdite verdi è importante fare attenzione all’igiene e proteggersi durante i rapporti. L’utilizzo del profilattico previene il rischio di contrarre malattie che potrebbero essere pericolose durante la gravidanza.

Anche la corretta igiene intima aiuta a proteggere la flora batterica e a ridurre il rischio di infezioni. Non utilizzare saponi aggressivi o profumi che potrebbero alterare la flora batterica naturale vaginale. Indossa abiti non troppo aderenti, che siano preferibilmente di cotone e di colore chiaro e indumenti intimi dello stesso tipo.

I corretti indumenti ti aiutano ad evitare di creare un ambiente favorevole alla proliferazione di funghi e batteri. Dopo il lavaggio asciuga sempre bene la parte per eliminare l’umidità in eccesso che favorisce la proliferazione delle infezioni fungine.

Se hai avuto un’infezione in precedenza, lava per bene asciugamani e indumenti con un sapone presidio medico chirurgico che possa pulire e igienizzare a fondo. Ricorda sempre che in caso di precedente infezione anche il partner deve controllarsi periodicamente per evitare le recidive e l’effetto rimbalzo.

Cura e terapia

La cura varia a seconda del tipo di patologia riscontrata a seguito dei controlli e degli esami medici. In genere si procede con una terapia antibiotica che deve essere necessariamente decisa dal medico, se invece le perdite fossero causate da un fungo si procede con una terapia antimicotica.

Durante la gravidanza non bisogna assumere farmaci senza prima aver chiesto il parere del medico. In gravidanza i farmaci che sono generalmente innocui, possono causare danni anche gravi al feto. Per il trattamento di una patologia durante la gravidanza bisogna che il medico valuti con attenzione il rapporto tra rischi e benefici.

Ricorda che la nostra guida è a solo scopo informativo e che non può nè deve in alcun modo sostituire il parere del medico o del ginecologo. Se hai strane perdite e i sintomi di un problema relativo ad una infezione vaginale, chiedi subito consiglio al medico o al ginecologo su come agire.

Non trascurare mai i sintomi che il tuo corpo accusa, soprattutto durante il periodo della gravidanza. Durante la gestazione possono esserci tanti momenti di dubbi e incertezze dovuti ai cambiamenti fisici, non temere di chiedere aiuto quando ne hai bisogno.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here