Pavimento pelvico ipotonico e ipertonico, rimedi ed esercizi

0
22
il pavimento pelvico e gli esercizi

Molte di noi non conoscono quanto dovrebbero il pavimento pelvico. Si tratta però di un insieme di muscoli molto importante, sia per la qualità della vita in generale, sia per altre specifiche funzioni che andremo ad analizzare più avanti nel corso della nostra guida.

Che cos’è il pavimento pelvico?

Sotto il nome di pavimento pelvico troviamo un gruppo di muscoli e legamenti molto importanti, che sono situati sulla parte inferiore del nostro addome. Svolge funzioni molto importanti, perché mantiene tutta una serie di organi in posizione corretti.

È responsabile infatti della postura di:

  • Vescica
  • Uretra
  • Utero
  • Vagina
  • Retto

Dovrebbe essere già facile capire che un pavimento pelvico debole o indebolito può peggiorare lo stato funzionale di uno o più di questi organi.

Con precisione lo troviamo tra l’osso sacro e il pube, come se fosse un ponte sospeso, aggrappato a legamenti di sostegno che lo mantengono funzionale e in posizione.

Si tratta di un gruppo di muscoli molto dinamico, capace di adattarsi ai mille cambiamenti di postura che possiamo avere di giorno e di notte.

Cosa succede quando il pavimento pelvico si indebolisce?

Quando il pavimento pelvico si indebolisce, tutte le strutture ad esso collegate si abbassano. Ne viene alterata la funzionalità, e in primo luogo si possono avere:

  • Problemi di incontinenza, perché diventa difficile controllare vescica e uretra;
  • Problemi di natura sessuale, in quanto il pavimento pelvico è direttamente collegato alle contrazioni vaginali che sono responsabili per il piacere;
  • Mal di schiena: in quanto l’abbassamento degli organi causa uno spostamento degli organi e del relativo equilibrio dei pesi;

Quali sono i sintomi più comuni di indebolimento del pavimento pelvico?

I sintomi più comuni dell’indebolimento del pavimento pelvico sono:

  • Incontinenza urinaria, con piccole perdite che possono avvenire anche quando lo stimolo non è presente
  • Problemi sessuali, che riguardano principalmente il raggiungimento del piacere e la presenza di dolore durante la penetrazione
  • Dolori lombari, causati come già detto dallo spostamento dei carichi

In presenza di uno o più di questi sintomi, soprattutto in età avanzata, il principale indagato è proprio l’indebolimento del pavimento pelvico.

Che cos’è il pavimento pelvico ipotonico?

Quando parliamo di pavimento pelvico ipotonico ci riferiamo appunto ad un pavimento pelvico che ha perso tono e che dunque ha perso anche funzionalità. Siamo in presenza di un pavimento pelvico ipotonico soprattutto quando i problemi che si presentano sono a livello di incontinenza, di dolore alla schiena e di difficoltà a raggiungere l’orgasmo, pur in assenza di dolori durante la penetrazione.

Si tratta della forma più comune di disfunzione ed è anche quella che più facilmente può essere corretta tramite esercizi specifici, dei quali comunque avremo modo di parlare più avanti nel corso della nostra guida.

Puoi rinforzare il pavimento pelvico con degli esercizi – per chi è ipotonico

La buona notizia è che ci sono rimedi efficaci per rinforzare il pavimento pelvico e dunque per ridurre ed eliminare l’incontinenza.

I più efficaci sono gli esercizi di Kegel, che vengono utilizzati non solo per rinforzare il pavimento pelvico, ma anche per migliorare il piacere sessuale durante la penetrazione.

  1. Riconosci i muscoli del pavimento pelvico – sono quelli che contrai per trattenere il flusso di urina o per interromperlo
  2. Per le prime volte sdraiati sulla schiena e contrai i muscoli per circa 5 secondi, da far seguire a 5 secondi di riposo;
  3. Quando sentirai i tuoi muscoli pelvici maggiormente allenati, potrai aumentare il tempo di contrazione a 10 secondi, facendolo però seguire, questa volta, ad almeno 10 secondi di riposo.

L’ideale è ripetere l’esercizio per 10 volte, in 3 serie al giorno. Occhio a non esagerare – superando questa soglia rischiamo di sovraccaricare i muscoli e provare enorme dolore.

Coni vaginali e palline cinesi

Anche i coni vaginali e le palline cinesi possono dare una grossa mano con gli esercizi di Kegel. Rendono infatti la contrazione decisamente più semplice e ci permettono di operare con una maggiore precisione sui muscoli che ci interessano.

Squat

Anche gli squat coinvolgono, almeno in parte, il pavimento pelvico. Anche in questo caso il massimo consigliato è di 3 ripetizioni da 10, che devono essere sempre alternati a riposo di almeno 30 secondi.

Ci sono ovviamente altri esercizi che possono aiutarti con il pavimento pelvico ipotonico, anche se quelli che abbiamo elencato poco sopra sono di gran lunga quelli più efficaci.

Pavimento pelvico ipertonico e dolori vaginali: che fare?

Ci sono diversi disturbi sessuali che possono essere conseguenza di un’ipertonicità del pavimento pelvico. Questi si manifestano in genere con:

  • Dolore durante la penetrazione
  • Sensazione di contrazione prima e durante il rapporto
  • Dolore che può essere avvertito anche sulla parte esterna
  • Sensazione di chiusura della vagina

Si tratta di casi di vaginismo che oltre che avere un’origine psicologica, possono essere causati anche dal pavimento pelvico ipertonico.

I rimedi per il pavimento pelvico ipertonico

Utilizzare gli stessi esercizi per il pavimento pelvico ipotonico può essere d’aiuto anche in questi casi. Imparando a contrarre l’area si impara anche a rilassarla quando necessario.

Nel caso in cui però i problemi di ipetonicità dovessero essere prolungati, potrebbe essere il caso di parlarne con il proprio ginecologo, al fine di individuare terapie di medio e lungo periodo per il superamento del problema.

Un problema che puoi e che dovresti sicuramente risolverlo: la sessualità piacevole è un diritto inalienabile di ogni donna e un pavimento pelvico contratto è il primo nemico della piacevolezza nell’intimità.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here