Olio di cocco: scopri tutti gli usi e i benefici

0
8
olio-di-cocco

Quando si parla di olio di cocco si finisce per ascoltare una serie di opzioni schizofreniche che non ci aiutano a capire quali siano le potenzialità e le eventuali controindicazioni di questo prodotto.

L’olio di cocco è apprezzatissimo da chi pratica medicina olistica e naturopatia, in quanto prodotto dalle proprietà uniche e straordinarie.

Perchè parlano tutti male dell’olio di cocco?

Perchè purtroppo è diventato popolare, a livello industriale, un tipo di olio di cocco che viene idrogenato (quello che succede alla margarina, per intenderci) per essere utilizzato nella produzione di cibo a basso costo e di infima qualità.

Ad essere dannoso per la nostra salute non è assolutamente l’olio di cocco vergine, del quale parleremo più approfonditamente tra poco, ma il processo di idrogenazione, che rende ad esempio anche la margarina assolutamente non adatta al consumo.

L’olio di cocco pressato a freddo

olio di cocco pressato a freddo

Potete trovare in commercio l’olio di cocco vergine, che è quello che viene ottenuto con pressa a freddo. Si tratta di un grasso che è ricco di acidi grassi a catena media (i MCFA) che sono metabolizzati in modo molto rapido dal nostro corpo e che per questo motivo non vengono stoccati all’interno del nostro tessuto adiposo.

I benefici dell’olio di cocco vergine

L’olio di cocco vergine è un olio assolutamente straordinario, sia per cucinare sia per l’uso topico, come vedremo tra pochissimo. Questo olio ha infatti le seguenti proprietà:

  • è ricco di acido aurico, un acido grasso a catena media molto facile da metabolizzare per il corpo umano
  • può aiutare a dimagrire, in quanto appunto è un grasso più digeribile e più difficile da stoccare
  • ha anche poteri termogenici, nel senso che la sua digestione aumenta considerevolmente il ritmo del nostro metabolismo
  • contrasta il colesterolo cattivo e aiuta dunque a proteggere il cuore e più in generale il sistema cardio-circolatorio
  • regola la produzione ormonale e dunque normalizza anche stati patologici seri

Gli effetti positivi sul metabolismo

Gli effetti positivi che l’olio di cocco ha sul metabolismo possono essere tutti ricondotti all’acido laurico, che compone quasi il 50% dei grassi che si trovano in questo prodotto. Questo acido raggiunge molto rapidamente il fegato e può essere dunque scomposto in energia in modo rapido ed efficace. Questo si traduce in un aumento del nostro metabolismo basale e dunque in una maggiore facilità nel perdere peso.

Gli effetti benefici sugli ormoni

L’acido laurico è altresì in grado di regolare la produzione della 5-alfa-reduttasi, l’ormone che è responsabile della trasformazione del testosterone in DHT. L’uso dell’olio di cocco aiuta dunque a prevenire:

  • ipertrofia prostatica
  • ovaio policistico
  • acne di tipo ormonale

Olio di cocco e sistema immunitario

Secondo molti studi indipendenti, l’olio di cocco ha anche un effetto positivo e rinforzante sul sistema immunitario. Può essere utilizzato sia per i grandi che per i piccini, per superare con più facilità i malanni di stagione e le influenze leggere.

Protettivo dello stomaco

L’olio di cocco riesce a proteggere, con una pellicola di acidi grassi, anche lo stomaco. Se soffrite di acidità o di difficoltà digestive l’olio di cocco può essere la soluzione, senza ricorrere necessariamente a medicinali specifici (e potenzialmente nocivi).

L’assunzione di olio di cocco inoltre migliora la nostra sensibilità all’insulina e dunque anche la nostra tollerabilità al glucosio e agli zuccheri in generale, rendendo più difficile sviluppare le forme patologiche del diabete.

Contro l’invecchiamento

L’olio di cocco è anche popolare in quanto ricchi di anti-ossidanti. Si tratta di sostanze che riescono a combattere i radicali liberi responsabili dell’invecchiamento e dunque a far rimanere il nostro corpo più giovane più a lungo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here