Menopausa Indotta

0
26
Menopausa-Indotta

La menopausa è un momento che, prima o poi, arriva nella vita di tutte le donne.

La menopausa spontanea è la cessazione del ciclo mestruale che non è causata da alcun trattamento medico, quindi si tratta di una condizione naturale.

A volte però, a causa di particolari patologie, la menopausa può essere indotta e comparire a seguito di interventi chirurgici o in seguito a terapie mediche come ad esempio la chemioterapia oppure  la radioterapia.

Una menopausa indotta è spesso traumatica per la donna dato che si tratta di una fase forzata e innaturale a cui bisogna abituarsi da un giorno all’altro. Cosa accade nel caso in cui ci sia il bisogno di arrivare ad una menopausa indotta? Quali sono i pericoli, i sintomi e i disturbi di una menopausa anticipata? Quali sono i rimedi possibili? Oggi lo vediamo insieme in questa nostra guida informativa sulla menopausa indotta.

Menopausa indotta

La menopausa indotta è purtroppo necessaria in caso della presenza di un tumore, come ad esempio il carcinoma ovarico che va ad attaccare le ovaie o un tumore all’utero. Le donne che hanno una diagnosi di carcinoma ovarico devono, nella maggior parte dei casi, sottoporsi ad un intervento chirurgico per asportare completamente il carcinoma ed il tessuto malato circostante.

Questo intervento conduce spesso ad una isterectomia con conseguente rimozione di entrambe le ovaie. Di conseguenza la donna si trova immediatamente in una condizione di menopausa indotta. Non solo la chirurgia causa menopausa indotta, ma anche alcune terapie farmacologiche e non solo, come la chemioterapia possono provocare menopausa.

Alcuni dei farmaci che vengono utilizzati per la chemio possono essere tossici per le ovaie della donna e causare una menopausa indotta. Questo problema non si verifica in tutti i casi e spesso si tratta di una condizione reversibile. Le donne che si devono sottoporti alla chemio rischiano di trovarsi a combattere contro una improvvisa menopausa indotta.

La chemioterapia può avere un effetto diverso sulle ovaie che dipende anche dall’età. Ad esempio dopo i 35 anni il rischio di menopausa indotta e di insufficienza ovarica, aumenta in caso di terapia con la chemio. Le donne più giovani sono comunque a rischio, ma l’incidenza di menopausa indotta è minore.

La chemioterapia potrebbe comunque non influire sulle ovaie. Gli effetti della chemioterapia sulla fertilità della donna dipendono anche dallo stato di salute generale della donna prima della terapia e della sua fertilità.

L’endometriosi è una malattia che può richiedere un trattamento che causa una menopausa indotta, questo per rallentare l’avanzamento della patologia. La menopausa indotta è una condizione immediata e spesso molto fastidiosa per la donna perché non da al corpo tempo sufficiente per abituarsi.

La donna può accusare anche qualche problema emotivo per cui può essere utile seguire una terapia psicologica. La terapia psicologica aiuta ad affrontare al meglio e ad accettare la menopausa indotta.


Ti potrebbe interessare: Menopausa chirurgica e calo del desiderio: che fare?

C’è una importante differenza tra la menopausa fisiologica e la menopausa indotta. Nella menopausa naturale il corpo si abitua da solo nel tempo, mentre nella menopausa indotta la donna deve andare incontro ad un immediato crollo dei livelli ormonali di estradiolo e di testosterone. Risulta quindi assolutamente necessario, dopo l’intervento, seguire una terapia specifica per lenire i sintomi e per aiutare il corpo della donna ad abituarsi e a reagire positivamente.

Le donne che si sono sottoposte a interventi o trattamenti e che sono in menopausa indotta, presentano un maggior rischio di osteoporosi e devono fare dei controlli specifici periodici per contrastare la malattia.

Cura e terapia

Esiste una terapia contro la menopausa indotta? La risposta è sì e in genere si ricorre alla terapia ormonale sostitutiva per sopperire alla mancanza del normale ciclo mestruale, ma bisogna valutare caso per caso per capire se si tratta della terapia migliore da seguire. La terapia ormonale sostitutiva deve essere sempre concordata con il proprio medico e gestita a seconda del tipo di problematica.

Ci sono alcuni rimedi utili per tenere a bada i sintomi della menopausa indotta. Una dieta sana è fondamentale per migliorare lo stato generale di salute, gestire i sintomi e per affrontare al meglio la menopausa indotta. Mantenere un peso adatto alla fisicità è utile per mantenere stabili i livelli ormonali.

L’esercizio fisico aiuta a migliorare l’umore e a mantenersi in forma, anche trovarsi un hobby o una passione aiuta a distrarsi e ad affrontare al meglio le conseguenze emotive di una monopausa indotta. Ricordiamo che anche la terapia psicologica è fondamentale se ti senti insicura e hai bisogno di un aiuto per affrontare il problema.

Ricorda che non sei da sola e se ne hai bisogno cerca l’aiuto e il supporto dei tuoi cari, dei tuoi amici e della tua famiglia. Ricordiamo che la nostra guida è a solo scopo informativo e che non può né deve sostituire il parere del medico. Se hai dubbi e sei in una condizione di menopausa precoce o se sai che presto dovrai affrontarla, chiedi consiglio al tuo medico di fiducia.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here