Si possono mangiare le salsicce in gravidanza?

0
14
salsicce in gravidanza, si possono mangiare?

Puoi mangiare le salsicce in gravidanza? Oppure è uno di quegli alimenti che devi assolutamente evitare durante la gestazione, perché pericoloso o magari poco adatto al regime alimentare di chi sta affrontando un periodo così delicato?

Vediamolo insieme, nella guida che hanno preparato i nostri specialisti e che affronterà ogni tipo di problema che può essere legato a questo alimento.

Le salsicce in gravidanza: si possono mangiare?

Sì e no, nel senso che dipende dal tipo di salsiccia e dal tipo di cottura al quale è stata sottoposta.

Partiamo dalle varianti di salsiccia che si possono consumare:

  • Si possono consumare salsicce fresche, se e soltanto se cotte a sufficienza (al forno, alla griglia o in padella) e dunque soltanto se esposte ad elevatissime temperature per un periodo sufficiente. Per evitare ogni tipo di problema, ti consigliamo, soprattutto nel caso in cui fosse di dimensioni considerevole, di tagliarla a metà per permettere una cottura più omogenea e approfondita;
  • Si possono consumare salsiccie di pollo o tacchino, anche queste soltanto quando cotte a sufficienza;
  • Si possono consumare salsicce stagionate, se sottoposte a cottura: occhio alla salsiccia sulla pizza – la cottura in forno per i minuti sufficienti a preparare una pizza può non essere sufficiente a rendere il prodotto sicuro per le gestanti;

Quali salsicce non si possono mangiare durante la gravidanza?

Passiamo ora alle tipologie di salsiccia che non si possono mangiare durante la gravidanza:

  • Salsicce stagionate che non vengono cotte: in questa categoria rientrano tutte le salsicce stagionate a mo’ di salamino, nduja, ciauscoli, etc. Il problema si può ovviare, come abbiamo visto nel paragrafo precedente, con una cottura di questi prodotti, cottura che però li snatura. Meglio dunque evitare;
  • Salsicce fresche spalmabili: è una pessima abitudine anche per chi non sta affrontando una gravidanza, e dunque meglio passare la mano anche in questo caso;

Perché evitare le salsicce non cotte durante la gravidanza?

Perché dobbiamo evitare i prodotti come le salsicce durante la gravidanza? Il problema più comune è quello della toxoplasmosi, patologia che in circostanze “normali” non causa alcun tipo di problema, ma che durante la gravidanza può causare problemi importanti, come l’aborto, la morte del feto, il parto prematuro e problemi di sviluppo psicomotorio, sordità, idrocefalia, encefalite e altre patologie correlate.

La parola d’ordine è evitare ogni tipo di alimento possa, anche se raramente, causare questa patologia. Tra gli alimenti di questo tipo rientrano, purtroppo, anche le salsicce prima della cottura.

Come cuocere la salsicce per mangiare in gravidanza

Il parassita che causa la toxoplasmosi può essere distrutto con cotture ad almeno 70 gradi per 4-5 minuti. Sono temperature facili da raggiungere con qualunque tipo di cottura, dalla griglia alla padella, passando per la piastra e la cottura in sugo. Ricordati soltanto di cuocere uniformemente la salsiccia in modo da evitare ogni tipo di problema.

Diverso il discorso quando mangiamo fuori: la salsiccia può essere aggiunta a metà cottura, e non possiamo esseri sicuri in alcun modo che il prodotto sia stato cotto a sufficienza. In questo caso, dunque, meglio evitare.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here