Herpes Vaginale: scopri le cause, i sintomi e le cure più efficaci

0
6
herpes vaginale

Che cos’è l’herpes vaginale? Quali sono le cause di questo disturbo? Quali sono i fattori di rischio di questa problematica? Quali sono i migliori rimedi? Esistono dei rimedi naturali oppure no? Come pervenirlo?

Se ti stai ponendo tutte queste domande, se pensi di essere affetta da herpes vaginale, o anche semplicemente per curiosità, allora continua a leggere questo articolo perché oggi analizzeremo tutti i dettagli e i fattori di rischio di questo disturbo che interessa sia uomini che donne!

Che cos’è l’herpes vaginale? Da cosa è causato?

Come puoi facilmente intuire dal nome, quando parliamo di herpes vaginale ci riferiamo ad un disturbo che interessa la vagina.

Questo problema, in forma ovviamente riferita all’herpes genitale, però, non interessa solo ed esclusivamente le donne ma può colpire anche gli individui di sesso maschile, soprattutto in base all’orientamento sessuale.

Oggi ci occuperemo solo dell’herpes genitale nelle donne in quanto è più diffuso e presenta dei sintomi molto più degni di nota rispetto agli uomini.

L’herpes vaginale è una patologia virale, causata quindi dalla presenza di un virus, ossia dall’Herpes Simplex, che è lo stesso virus responsabile del più comune herpes labiale. Il virus dell’herpes vaginale è molto contagioso e, talvolta, può capitare anche che i sintomi non si manifestino.

Purtroppo questo disturbo non può essere curato in modo definitivo. Quello che possiamo fare è prevenirlo e lenire i sintomi più fastidiosi della fase acuta.

Quali sono i sintomi dell’herpes vaginale?

L’herpes vaginale si presenta con dei sintomi davvero fastidiosi e la prima insorgenza della patologia è senza ombra di dubbio la più aggressiva in assoluto.

Il quadro sintomatologico dell’herpes vaginale può presentarsi entro le due settimane dal contagio e, generalmente, si avverte una sensazione di formicolio e di prurito appena prima la comparsa dei sintomi che consistono principalmente nella formazione di bolle e vesciche.

Allo stesso modo dell’herpes labiale, anche le bolle che si formano nel caso di quello genitale, possono lasciare delle ulcerazioni molto dolorose quando si spaccano ed hanno un aspetto biancastro.

Dopo che queste pustole si sono spaccate, si formano generalmente delle crosticine che impiegheranno qualche giorno a cadere del tutto e lasciare spazio al tessuto sano.

In linea di massima la durata totale dell’herpes vaginale si aggira attorno ai dieci giorni e le vesciche di cui abbiamo parlato si vengono a formare proprio nell’area in cui è avvenuto il contagio, ma si possono manifestare anche nelle zone adiacenti, come sulle cosce o sulle natiche.

La manifestazione di questi sintomi può variare da persona a persona e di solito possono avere le seguenti caratteristiche:

  • Un arrossamento della zona colpita;
  • Sensazione di prurito;
  • La cute appare screpolata;
  • Comparsa di eruzioni cutanee;
  • La pelle si desquama.

In alcuni casi, soprattutto alla prima insorgenza dell’herpes vaginale, possono manifestarsi anche altri sintomi, come quelli che ti mostriamo in seguito:

  • Dolore a livello muscolare;
  • Perdite di urina;
  • Aumento della temperatura corporea;
  • Dolore o, addirittura, difficoltà ad urinare;
  • Nell’area dell’inguine le ghiandole sono particolarmente gonfie;
  • Mal di testa.

Non dimenticare che la prima insorgenza dell’herpes vaginale è la peggiore in assoluto, per questo i sintomi si possono combinare con altri e il disturbo potrebbe avere dei tempi di guarigione più lunghi che arrivano persino a venti giorni.

Purtroppo, il virus che causa l’herpes genitale, ossia l’herpes simplex, una volta entrato a contatto con l’organismo, rimane all’interno delle nostre cellule nervose e può essere recidivo, fino a comparire quattro volte l’anno.

Tuttavia, può capitare che il virus sia presente nel corpo e, anche se diventa attivo, non causa i sintomi di cui abbiamo parlato in questo paragrafo e si tratta di una diffusione asintomatica in cui si può infettare il partner in modo inconsapevole.

Quali sono i principali fattori di rischio dell’herpes vaginale?

Quindi, l’herpes vaginale è altamente contagioso. Di conseguenza, può essere trasmesso al partner durante il rapporto sessuale, anche se questo è anale, o orale e, ovviamente, vaginale.

Tra i più comuni fattori che possono aumentare il rischio di contrarre l’herpes vaginale ricordiamo soprattutto i seguenti:

  • Il fatto di avere dei rapporti sessuali non protetti con dei partner che sono infetti, anche se questi non presentano i sintomi;
  • Una scarsa igiene intima;
  • Delle situazioni particolarmente stressanti;
  • Il fatto di avere rapporti particolarmente vigorosi.

Inoltre, anche se si tratta di un discorso assolutamente soggettivo, i sintomi di cui abbiamo parlato possono essere aggravati dalla presenza del ciclo mestruale e dall’esposizione alla luce solare.

Quali sono i migliori rimedi per l’herpes vaginale?

Ovviamente, non appena ti rendi conto che qualcosa non va nelle tue parti intime, è opportuno contattare il tuo medico curante per individuare la terapia migliore, anche se sarebbe meglio fare questo tipo di discorso con il tuo ginecologo.

Per diagnosticare l’herpes vaginale, sicuramente il medico preleverà un campione da una piaga che sospetta essere causata dal virus e, successivamente, lo farà analizzare in laboratorio.

Purtroppo, un risultato negativo di questo esame non ti garantisce che l’herpes sia del tutto assente, per questo motivo alcuni medici continuano con le indagini diagnostiche facendo altri esami.

Una volta che è stato individuato il problema, ossia non appena ti verrà diagnosticato l’herpes vaginale, allora il medico ti prescriverà la terapia che ti permetterà di affrontare la malattia nel migliore dei modi.

Come abbiamo già detto in precedenza, purtroppo non ci sono delle cure definitive per l’herpes vaginale, ma ci sono dei farmaci che ti aiuteranno ad alleviare i fastidiosi sintomi che ti abbiamo mostrato sopra.

Tra questi farmaci ricordiamo soprattutto:

  • Il Valaciclovir;
  • L’Aciclovir;
  • Il Famciclovir.

Inoltre, se il medico lo ritiene necessario, ad esempio perché i tuoi sintomi sono particolarmente aggressivi, potrebbe indicarti l’assunzione quotidiana di antivirali che servono proprio a prevenire la comparsa del problema e il contagio del virus.

Esistono dei rimedi naturali per l’herpes vaginale?

In alternativa ai farmaci di cui abbiamo parlato sopra puoi considerare di utilizzare dei rimedi naturali, soprattutto se sei allergico ad uno dei principi attivi contenuti nei medicinali. In ogni caso ricordati di chiedere un parere al tuo medico prima di utilizzarli.

Tra i rimedi naturali più efficaci per il trattamento dell’herpes vaginale ricordiamo soprattutto i seguenti:

  • La pappa reale;
  • La tintura madre di propoli;
  • L’olio essenziale di melaleuca;
  • Prodotti a base di echinacea.

Oltre a questi accorgimenti puoi alleviare l’infiammazione con delle sane abitudini alimentari, oppure facendo dei bagni tiepidi e degli impacchi freddi sulla parte interessata.

Come possiamo prevenire l’herpes vaginale

Infine, puoi adottare degli accorgimenti particolari per prevenire la comparsa del disturbo e la diffusione del virus in altre parti del corpo, oppure la trasmissione ad altre persone.

Tra questi accorgimenti abbiamo:

  • Se si iniziano a manifestare i sintomi evita di avere dei rapporti sessuali, di qualsiasi tipo essi siano;
  • Non avere rapporti sessuali non protetti fino a quando questi sintomi non scompaiono del tutto;
  • Evita di toccare la zona infetta, soprattutto se sono presenti le vescicole;
  • Ricordati di lavare sempre accuratamente le mani se sei entrato a contatto con la parte infetta, ad esempio per applicare la crema.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here