Fitte al seno come spilli: cause e cure efficaci [GUIDA]

0
24

Il dolore o la sensazione di fitte al seno, conosciuto anche con il nome di mastalgia, affligge la maggior parte delle donne almeno una volta nella vita. Può comparire in tante e differenti forme, si possono accusare senso di pesantezza, sensazione di bruciore o dolore.

In alcuni casi il dolore è transitorio e normale, in altri è ritenuto un segno di un problema importante al seno come, per esempio, un tumore. Il dolore è di per sé è raramente collegato alla presenza di un tumore, ma è sempre bene valutare quale sia la sua origine. Vediamo ora di conoscere quali sono le cause del dolore al seno.

Cause di dolore o fitte al seno

Le cause di dolore al seno possono essere collegate a:

  • Cambiamenti ormonali legati al ciclo mestruale;
  • Cambiamenti ormonali legati allo stato di gravidanza;
  • Presenza di noduli al seno;
  • Ascesso mammario;
  • Mastite;
  • Lesioni al seno;
  • Problemi causati dall’allattamento;
  • Tumore al seno (solo raramente il dolore è associato al tumore);

Il dolore al seno è in genere causato dai cambiamenti ormonali legati al ciclo mestruale e le variazioni nei livelli ormonali possono essere causa e origine del dolore al seno nel caso si stia seguendo una terapia ormonale sostitutiva e nel caso in cui la donna sia mestruata.

In genere il dolore al seno si fa sentire da uno a tre giorni prima delle mestruazioni e si riduce e sparisce al loro termine. Per gestire il dolore basta indossare un reggiseno per lo sport che non comprime il seno.

Se il dolore è molto fastidioso si possono assumere medicinali antidolorifici a base di paracetamolo o ibuprofene. Si possono anche applicare gel a base di ibuprofene o diclofenac per ridurre il fastidio.

Se il dolore non si allevia è consigliabile rivolgersi al medico di famiglia per il controllo dei livelli ormonali o per scongiurare la presenza di infiammazioni o altre patologie.

In caso di stato di gravidanza si può soffrire di indolenzimento e sensibilità al seno, questo a causa delle modifiche che il corpo e gli ormoni stanno subendo a causa della gravidanza.

Anche i noduli al seno possono provocare dolore. Il fibroadenoma è un nodulo duro e liscio che può spostare la posizione nella mammella, si tratta di una cisti più diffusa tra le donne giovani.

Le cisti sono una formazione con una sostanza fluida al suo interno e possono causare dolore. La mastite e gli ascessi mammari sono infiammazioni al seno che possono causare dolore.

Il dolore al seno può essere causato anche da un danno o da una lesione ai muscoli, alle articolazioni oppure alle giunture dell’area del petto, oppure può essere provocato dai nervi della zona toracica che portano la sensazione che il dolore si concentri sul seno.

Le patologie o problematiche che possono causare dolore al seno sono:

  • Stiramento di un muscolo toracico;
  • Presenza di una lesione al collo;
  • Presenza di una lesione alla spalla;
  • Presenza di una lesione alla schiena;
  • Costocondrite, ovvero presenza di una infiammazione nell’area di congiunzione delle costole;
  • Intervento chirurgico pregresso al seno o alla zona del petto;

In tutti i casi qui descritti bisogna consultare il medico di famiglia o uno specialista per essere sicuri che non siano il segno di una patologia seria o di un tumore.

Cura e terapia

Come anticipato se la causa del dolore sono i cambiamenti ormonali è sufficiente optare per un reggiseno comodo, meglio se sportivo. In caso di noduli la terapia dipende dal tipo di nodulo, spesso non si deve ricorrere a nessuna terapia.

In caso di mastite causata da allattamento o da una infezione batterica, bisogna contattare il medico perché potrebbe essere necessaria una cura a base di antibiotici.

Un ascesso al tessuto mammario causa la formazione di pus, a causa di un’infezione batterica. Anche in questo caso è importante consultare il medico di famiglia per capire se sia necessario seguire una cura antibiotica o procedere con l’aspirazione del pus.

In caso di dolore al seno provocato da una lesione può essere utile indossare un reggiseno per lo sport per alleviarlo, in alcuni casi può anche essere utile prendere farmaci antidolorifici, ma solo se consigliati dal medico.

In caso di dolore causato da problemi dovuti all’allattamento, il problema può dipendere da una ostruzione dei dotti lattiferi causata da un’infezione batterica o da un ascesso mammario o da una candida o da ragadi ai capezzoli.

In alcuni casi il dolore al seno può essere causato dagli effetti collaterali di alcuni medicinali come i contraccettivi a base di ormoni. Anche gli antidepressivi o gli antipsicotici possono causare dolore, o tensione al seno.

Solo raramente il dolore è riconducibile alla presenza di un tumore maligno al seno dato che in genere il tumore viene annunciato dalla presenza di un nodulo solido, non mobile e dalla forma irregolare. Inoltre il tumore al senso causa sintomi come cambiamenti nell’aspetto del seno, arrossamenti e presenza di secrezione dal capezzolo, avvallamento del seno, capezzolo rientrante e pelle del seno a buccia di arancia.

In caso di sospetto tumore al seno bisogna necessariamente rivolgersi al medico per eseguire gli accertamenti d’obbligo. In genere se si conferma la presenza di un tumore al seno si procede con un intervento chirurgico e con terapie specifiche che distruggano le cellule maligne.

Se il dolore è molto intenso o se peggiora, o non si ferma e se compare la febbre, bisogna contattare immediatamente il medico di famiglia per fargli esaminare e studiare il problema. Il tuo medico di fiducia cercherà di risalire a qual è la causa del dolore o prescriverà una radiografia oppure una ecografia in un centro specializzato.

La maggior parte delle donne che si sottopongono a questi particolati esami non risultano colpite da tumore, ma solo da patologie più facilmente risolvibili. Ricorda che le nostre guide sono solo a scopo informativo e che per risolvere il problema dovrai necessariamente rivolgerti ad un medico.

Ricorda di non trascurare mai i segni e i sintomi che il tuo corpo ti lancia. In caso di un dolore al seno, evita il fai da te e affidati sempre alle cure di un medico competente.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here