Fibroadenoma mammario. Cause, sintomi, diagnosi e terapia.

0
52
fibroadenoma-mammario

Un fibroadenoma mammario è un tumore benigno che interessa la mammella e che nella maggior parte dei casi colpisce le giovani donne. Ha dimensioni variabili e diverse consistenze e può essere di tipo semplice o complesso.

La maggior parte dei fibroadenomi solitamente non può diventare maligno, ma bisogna sempre tenerli sotto controllo per confermarne la benignità sottoponendosi ad una diagnosi accurata e rivolgendosi al medico.

Nella guida di oggi vediamo cos’è un fibroadenoma al seno e cercheremo di capire come fare per individuare questo problema. Ricordiamo che fare attenzione ai cambiamenti del seno e alle anomalie tramite autopalpazione del seno è un buon modo per individuare subito eventuali noduli o fibroadenomi.

Fibroadenoma mammario cos’è

Il fibroadenoma mammario è un tumore solido benigno che compare al livello delle mammelle delle donne più giovani. È un nodulo con una superficie liscia e ha una consistenza variabile. Il nodulo può essere sia duro che gommoso e in genere ha la forma di una biglia.

Il fibroadenoma al seno in genere non è una condizione pericolosa come un tumore maligno al seno, ma bisogna sempre tenerlo sotto controllo periodico. Ci sono due diversi tipi di fibroadenoma al seno:

  • Fibroadenoma semplice con massa cellulare priva di pericolosità, che si stabilizza o riduce nel corso del tempo;
  • Fibroadenoma complesso ovvero una neoplasia benigna da tenere sotto controllo periodicamente perché potrebbe causare la comparsa di un tumore maligno al seno. Nei fibroadenomi complessi ci sono cisti piene di liquido con depositi di calcio;

In entrambi i casi bisogna fare molta attenzione all’evoluzione del fibroadenoma tramite controlli periodici dal medico.

Cause e sintomi del fibroadenoma al seno

Le cause del fibroadenoma al seno al momento non sono chiare. Gli studi ipotizzano che il formarsi di un fibroadenoma sia correlato ad elevati livelli di estrogeni. Questa ipotesi spiegherebbe l’incidenza più alta tra le donne giovani che, per natura, hanno una quantità di estrogeni maggiori nell’organismo e la minor incidenza nelle donne in menopausa.

Al tatto il fibroadenoma assomiglia ad un nodulo o ad una biglia e presenta contorni definiti e regolari. La superficie è liscia e può avere consistenza morbida o dura. In genere è indolore e il diametro può andare da 1 a 3 centimetri fino a 5-6 centimetri.


Potrebbe interessarti anche: Papilloma al seno. Come riconoscerlo e combatterlo

Se si nota un fibroadenoma al seno bisogna rivolgersi subito al proprio medico e fare i dovuti accertamenti. In questo modo si può scoprire se il tumore è di tipo semplice o di tipo complesso. In genere i fibroadenomi semplici sono innocui, ma bisogna comunque tenerli sotto controllo per evitare che mutino in fibroadenomi complessi che potrebbero mutare in un tumore maligno.

Diagnosi

fibroadenoma-mammario-cura

Si inizia con un esame obiettivo e poi si prosegue con esami strumentali come una mammografia ed ecografia del seno e a un’analisi citologica sulla massa. Con l’esame obiettivo il medico analizza la mammella e ne studia forma e dimensioni.

La mammografia è un esame con raggi X che riporta forma e dimensioni della massa La mammografia è l’esame più accurato per evidenziare i fibroadenomi al seno per le donne sopra i 30 anni. L’ecografia al seno non fa uso di radiazioni ionizzanti ed è indicato nelle donne sotto i 30 anni.

Infine si esamina la massa tramite prelievo di una piccola parte del liquido della massa sospetta che andrà poi analizzata in laboratorio. L’analisi stabilisce il tipo e la gravità della massa del fibroadenoma. La biopsia è un altro metodo di analisi che prevede l’asportazione di una porzione di tessuto ghiandolare e il controllo al microscopio. La biopsia è in genere l’esame ideale per stabilire la natura della massa.

Terapia

Per eliminare un fibroadenoma al seno è necessario un intervento chirurgico, ma spesso si decide di non operare visto che il tumore benigno non è una minaccia nella maggior parte dei casi e per questo l’intervento risulta spesso superfluo. L’intervento risulta superfluo soprattutto se la diagnosi ha confermato che si tratta di un fibroadenoma semplice.

I fibroadenomi semplici possono addirittura ridursi o scomparire con l’avanzare dell’età quindi l’intervento esporrebbe la paziente ad un rischio inutile. I fibroadenomi semplici sono dei tumori benigni non infiltrativi e non metastatizzanti e che mantengono dimensioni ridotte.

L’intervento chirurgico si effettua solo se dagli esami risultano dei dubbi sulla benignità della massa del fibroadenoma. Se la massa ha delle anomalie l’intervento risulta necessario soprattutto se si tratta di un fibroadenoma complesso valutato come pericoloso.

Il fibroadenoma si elimina con una lumpectomia o tramite una biopsia escissionale. Si procede con una piccola incisione e all’asportazione del nodulo. Una volta prelevato viene sottoposto ad accurata analisi in laboratorio e se ne viene confermata la malignità si procederà con la lumpectomia.

In seguito saranno necessari anche dei cicli di chemioterapia e radioterapia e in alcuni casi anche un secondo intervento. La lumpectomia è un intervento invasivo, ma che a volte risulta necessario per scongiurare rischi peggiori per la salute.

Un altro metodo è la crioablazione che prevede l’utilizzo di una criosonda che congela i tessuti sospetti. Lo shock termico provoca la morte delle cellule tumorali. La procedura si svolge in anestesia locale, ma non consente di analizzare la massa sospetta che dopo il congelamento non viene asportata.

La terapia a ultrasuoni  è un altro metodo per il trattamento del fibroadenoma. Le onde a ultrasuoni ad alta intensità vanno a distruggere le cellule tumorali, ma anche in questo caso la procedura non consente di analizzare il tessuto tumorale.

Prognosi per il fibroadenoma al seno

In genere il fibroadenoma mammario è innocuo e ha prognosi positiva. Nonostante i rischi siano ridotti è comunque consigliabile tenerlo sotto controllo sottoponendosi periodicamente a dei controlli diagnostici. Questo perché possono insorgere alcune forme di fibroadenoma complesso che potrebbero mutare in un tumore al seno maligno.

Se pensi di avere un fibroadenoma al seno contatta subito il tuo medico. Non bisogna mai sottovalutare i noduli o i fibroadenomi del seno perché potrebbero rappresentare un pericolo anche serio per la salute. Fare l’autopalpazione periodicamente è un buon metodo per scoprire in tempo i cambiamenti del seno che potrebbero essere pericolosi per la salute. Una diagnosi precoce è fondamentale per avere una prognosi positiva.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here