Dolori psicosomatici: Cause, disturbi, rimedi e prevenzione. Ecco tutto quello che devi sapere!

0
1
dolori-psicosomatici

Spesso può capitare che quello che succede nella nostra mente si riflette sul nostro organismo, anche quando ci sono dei disturbi psicologici questi potrebbero manifestarsi con dei problemi reali che riguardano la nostra salute. Stiamo parlando dei dolori psicosomatici.

Ma che cosa sono esattamente i dolori psicosomatici? Quali sono i dolori psicosomatici più comuni? Come bisogna affrontare questi tipi di problemi? Ci sono dei modi per prevenire la comparsa dei dolori psicosomatici? Oggi ti forniremo una vera e propria guida sui dolori psicosomatici!

Che cosa sono i dolori psicosomatici? Da cosa sono causati?

Prima di occuparci nel dettaglio dei dolori psicosomatici sarebbe opportuno partire dalla Psicosomatica in generale, ossia la branca della medicina che fa un collegamento tra la mente e il corpo umano, ossia tra la sfera emozionale e quella organica.

Più precisamente, l’obiettivo della psicosomatica è quello di capire in che modo la sfera emotiva riesce ad influenzare l’organismo, causando dei veri e propri disturbi che possono essere suddivisi in due grandi categorie, ossia:

  • I disturbi psicosomatici primari in cui la disfunzione è di natura biologica e l’elemento psicologico si manifesta con l’esacerbazione di sintomi che sono già presenti nel corpo. Basti pensare ad un soggetto affetto da asma che, in presenza di stimoli particolarmente stressanti, manifesta degli attacchi più ricorrenti e intensi;
  • I disturbi psicosomatici secondari non hanno alla base nessun tipo di disfunzione biologica. In questi casi si presentano delle condizioni anche gravi, come l’anoressia determinata da problemi psicologici del paziente, oppure la colite spastica e tante altre.

In parole più semplici, i dolori psicosomatici sono il riflesso di un disturbo che si presenta a livello mentale. Tra le cause più comuni di questi disturbi troviamo infatti fattori come l’insicurezza, lo stress, delle situazioni di ansia e via dicendo. Andiamo adesso a vedere quali sono questi disturbi.

Quali sono i disturbi psicosomatici più comuni?

Quindi, quando parliamo dei dolori psicosomatici ci riferiamo a dei veri e propri disturbi che possono essere sia causati sia aggravati da una condizione psicologica. Tra i più comuni ricordiamo soprattutto quelli citati in seguito:

  • La tachicardia, o le crisi tachicardiche;
  • La colite spastica;
  • La cefalea nucale;
  • La sinusite;
  • La nevrosi cardiaca;
  • La cefalea emicranica;
  • Le vertigini;
  • Le coronopatie, come un infarto, oppure l’angina pectoris o l’insufficienza coronarica;
  • La dispnea;
  • L’asma bronchiale;
  • La sindrome del colon irritabile;
  • Una condizione di spossatezza;
  • Una sudorazione eccessiva;
  • La cefalea tensiva;
  • Le aritmie;
  • L’ipertensione arteriosa essenziale;
  • La sindrome iperventilatoria;
  • La bulimia;
  • L’anoressia;
  • Mancanza di appetito;
  • Fame esagerata;
  • I dolori addominali;
  • La colite ulcerosa;
  • La dermatite atopica;
  • Una sensazione di oppressione al torace;
  • Dolori mestruali;
  • Difficoltà di concentrazione;
  • Pianto immotivato;
  • Un calo del desiderio sessuale;
  • Le allergie;
  • Disturbi della sfera sessuale, come impotenza e eiaculazione precoce;
  • Le algie precordiali;
  • Una salivazione ridotta;
  • Il singhiozzo;
  • Delle difficoltà di deglutizione;
  • L’iperacidità gastrica;
  • L’ulcera gastroduodenale;
  • La rettocolite emorragica;
  • Diarrea e stitichezza;
  • L’eritema pudico, ad esempio il classico rossore da emozione;
  • Disturbi della minzione;
  • Problemi della memoria;
  • Il torcicollo;
  • La mancanza totale della concentrazione;
  • Insonnia;
  • Il diabete mellito;
  • Una condizione di iperidrosi;
  • La psoriasi;
  • Paralisi funzionali degli arti.

Questi sono solo alcuni dei più comuni disturbi psicosomatici, ma ti assicuriamo che il corpo ha infiniti modi per riflettere la presenza di un disturbo, o anche di un semplice scompenso, a livello mentale che può essere causato anche dallo stress o dalla semplice ansia.

Come facciamo a capire che si tratta di dolori psicosomatici?

Capire se si tratta di un dolore psicosomatico oppure no non è affatto facile. Dobbiamo infatti rivolgerci al nostro medico curante non appena percepiamo che qualcosa nel nostro corpo non sta funzionando correttamente.

Questi dolori si presentano soprattutto quando la persona non ha delle valvole di sfogo, o comunque quando non riesce ad esprimere il suo disagio interiore e questo si esplica con il soma, ossia con il disturbo. Andiamo a vedere quindi cosa dobbiamo fare in questi casi.

Cosa bisogna fare per porre rimedio ai dolori psicosomatici?

dolori-psicosomatici-curaCome abbiamo già accennato nel paragrafo precedente, nel caso in cui si soffre di un disturbo psicosomatico, è opportuno chiedere l’intervento del medico.

L’aiuto del medico è importante prima di tutto per poter escludere qualsiasi causa di natura organica e, solo dopo aver escluso queste cause, è necessario sottoporsi ad una valutazione psicodiagnostica così che gli specialisti possano escludere la presenza di una problematica psicopatologica.

Solo a questo punto si iniziare ad intervenire sul problema per poterlo risolvere nel migliore dei modi. Ricordati di seguire sempre in modo preciso e costante tutte le indicazioni che ti darà il tuo medico.

In linea di massima possiamo dire che l’intervento per risolvere i dolori psicosomatici prevede un percorso di psicoterapia a breve termine in cui, quando è necessario, si interviene direttamente sui sintomi che abbiamo accusato e per cui abbiamo iniziato questo percorso.

Generalmente viene valutato un percorso di tipo cognitivo-comportamentale che consiste nell’eliminazione dei sintomi, per poi passare all’analisi delle cause che stanno alla base del problema.

In pratica, il trattamento psicoterapico non solo sarà necessario per l’eliminazione dei sintomi fisici, ma servirà al paziente per capire quali sono state le cause precise di questi sintomi, così che possa affrontarle nel migliore dei modi, diventando consapevole del suo disturbo.

L’obiettivo finale di questo trattamento è quello di permettere al paziente di tornare ad avere una vita normale, dal punto di vista lavorativo, ma anche da quello sociale e relazionale, eliminando del tutto i sintomi che compromettevano questi aspetti.

Come possiamo comportarci per prevenire la comparsa dei dolori psicosomatici?

La prevenzione dei dolori psicosomatici non è molto semplice. Dovremmo infatti evitare di andare incontro a delle situazioni particolarmente stressanti, che generano ansia e irrequietezza, ma fare questo non è un’impresa facile per tutti.

Ci sono infatti delle persone particolarmente predisposte alla manifestazione dei disturbi psicosomatici, ad esempio perché sono più fragili di altre oppure perché hanno un carico emotivo eccessivamente grande che il corpo riesce a sfogare solo con questi disturbi.

Per questo motivo ricorda sempre di chiedere un aiuto ad un bravo specialista ogni volta che senti che qualcosa non va, oppure quando ti accorgi di aver sottoposto il tuo corpo ad uno stress eccessivo.

Solo con l’aiuto di un bravo psicoterapeuta puoi infatti capire al meglio tutte le dinamiche delle reazioni che il tuo organismo mette in atto in questi casi e, se necessario, intervenire in modo tempestivo per evitare che la situazione peggiori.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here