Alimentazione

Dieta vegetariana: come dimagrire in modo naturale

La dieta vegetariana non è solo un regime alimentare ma un vero e proprio stile di vita che ci porta ad avere maggiore cura della nostra salute ma ci apre anche la mente sulle diverse problematiche legate al macello degli animali allo scopo di nutrirsi della loro carne. In Italia la dieta vegetariana si sta diffondendo sempre di più perché si compone di alimenti facilmente reperibili, del tutto naturali, e adatti anche a chi segue diete dimagranti, infatti si trovano abbondantemente nella dieta mediterranea. Online sono molti i portali per rimanere aggiornati su questo e altri metodi per il benessere psicofisico, come ad esempio il sito web Sempre in Salute, ma vediamo in cosa consiste.

La dieta vegetariana

Seguire un’alimentazione del tutto naturale è un gesto di amore verso il proprio corpo, infatti questo argomento ha preso molto piede soprattutto in seguito ad alcune malattie come l’influenza aviaria e la mucca pazza che hanno portato alla luce come il consumo della carne non sempre sia cosa buona, inoltre alcuni studi hanno evidenziato l’eventualità che la carne rossa sia legata alla comparsa di tumori. Alimentarsi solo con gli ottimi prodotti che Madre Natura ci fornisce è un’usanza dalle radici molto antiche che oggi trova diverse motivazioni, da quelle salutiste a quelle ideologiche o ancora quelle religiose, in ogni caso è un modello molto seguito anche da altre ‘linee di pensiero’ che hanno portato allo sviluppo di altre diete come quella vegana. A differenza di quest’ultima che elimina il consumo di prodotti di origine animale, la dieta vegetariana è più completa, infatti esclude carne, pesce, molluschi, crostacei, senza vietare uova, formaggi (purché non contengano caglio ma un suo sostituto), miele e latticini.

Come seguire una dieta vegetariana corretta

Come abbiamo detto si sono formate diverse tipologie di regimi alimentari derivanti da quello vegetariano, il più famoso è quello vegano ma ce ne sono diversi. In ogni caso si tratta di quella che toglie meno all’organismo in termini di nutrienti essenziali, a tal proposito è importante sapere per chi si affaccia a questo tipo di alimentazione ma anche per chi già la segue da tempo, sapere come formularla in maniera da rispondere perfettamente al fabbisogno di una persona adulta sana (per i bambini è assolutamente vietata):

  • è fondamentale mangiare ortaggi e frutta fresca più volte al giorno in modo da apportare l’acqua di cui l’organismo necessita e molti altri elementi essenziali per il corretto funzionamento,
  • consumare molti legumi perché ricchi di fibre,
  • pane, pasta, riso e cereali sono fondamentali, ancor meglio se optiamo per quelli integrali,
  • i grassi e gli oli per condimento devono essere moderati, soprattutto i grassi di origine animale come il burro e la panna, molto meglio quelli vegetali come l’olio extravergine di oliva e quello di semi,
  • uova e latte non devono mai mancare perché sono fonte di proteine, calcio e vitamine,
  • anche i formaggi contengono proteine ma sono anche ricchi di grasso, per questo bisogna scegliere quelli magri o comunque limitarne il consumo,
  • solo in occasioni particolari possiamo fare uno strappo alla regola per quanto riguarda patatine, cioccolato, biscotti, torte e dolci in generale, sale e zucchero.

Cosa non deve mai mancare

Dopo aver visto con cosa non dobbiamo esagerare, ci concentriamo ora su quello che non deve mai mancare in una dieta vegetariana. La prima cosa a cui fare attenzione è la varietà, infatti sebbene la maggior parte dei vegetariani non presenta disturbi derivanti da carenze nutrizionali, è opportuno variare la dieta il più possibile perché alcune sostanze nutritive sono presenti in piccole quantità nei vegetali e quindi per rispondere al meglio al fabbisogno dobbiamo aver cura di inserire alcuni alimenti fondamentali:

  • legumi e cerali ricchi di fibre, amido, ferro, proteine e micronutrienti,
  • cibi ottenuti da farine integrali ricchi di calcio, ferro e vitamine del gruppo B.

    In particolare ci sono elementi che non devono assolutamente mancare perché i vegetariani ne hanno una minore quantità nell’organismo rispetto a chi mangia anche la carne. A tal proposito ecco quali sono i cibi migliori come sostituti:

  • ferro: fonti naturali di ferro sono i legumi, la verdura scura, il pane integrale, la frutta secca e i semi di zucca,
  • vitamina B12: necessaria per la buona salute delle cellule, è presente in grande quantità nel latte, nel formaggio, nelle uova, inoltre ci si può aiutare con prodotti come i cereali e la soia fortificare con queste vitamine,
  • omega 3: è presente nel pesce ma dal momento che è vietato per i vegetariani, possiamo compensare con noci, olio di colza, semi di lino, olio e cibi a base di soia.

Benefici

La dieta 100% naturale e biologica apporta numerosi benefici, infatti il benessere e lo stato di salute generale sono molto influenzati dallo stile di vita, in particolare dall’alimentazione. Fra i più importanti benefici possiamo evidenziare:

  • prevenzione di malattie degenerative,

  • migliore salute cardiovascolare dati i livelli di colesterolo molto bassi,

  • bassi livelli di pressione arteriosa,

  • miglior controllo del diabete,

  • prevenzione di alcuni tipi di tumore come quello alla mammella, al colon, al polmone, alla prostata, all’ovaio.

Comment here