Dieta Galileo: come funziona, quanto costa, quanto fa dimagrire

0
14
Latte di mandorla per dieta Galileo

Come funziona la Dieta Galileo? Conviene seguirla? Fa dimagrire davvero? Nella guida di oggi i nostri esperti nutrizionisti si occuperanno proprio di fornirti una guida completa per una delle diete più discusse del momento.

Vediamo insieme se funziona davvero e se può esserci d’aiuto nel nostro percorso di recupero del peso forma.

Che cos’è la Dieta Galileo?

La dieta prende il nome dal Centro Medico Galileo ed è una delle poche diete effettivamente italiane che abbiamo avuto modo di incontrare negli ultimi anni.

Si tratta di una dieta divisa in tre fasi, utilizzando prodotti a marchio Galileo, che includono diversi tipi di alimenti, come ad esempio il latte, lo yogurt, zuppe di verdura, pasta, snack come cracker e grissini, dolci e anche bevande.

Le tre fasi della dieta Galileo

Ci sono due diversi percorsi che possono essere seguiti all’interno della dieta Galileo.

  1. Percorso “obiettivo benessere”, con una durata di 10 giorni per la prima fase e di 15 giorni per la seconda e la terza fase
  2. Percorso “obiettivo salute”, con una durata di 15 giorni per la prima fase e di 21 per le altre due fasi – questa dieta è pensata per chi deve perdere una maggiore quantità di massa adiposa

Per quanto riguarda le fasi abbiamo invece:

  1. Fase di impatto – si riducono i carboidrati, cercando di far entrare il nostro organismo in fase chetogenica, fase durante la quale comincerà a bruciare i grassi (e non le scorte di glicogeno) per funzionare regolarmente. La prima fase è estremamente restrittiva e vieta latte, caffè, zucchero, frutta, dolci e bibite gassate. Durante tutta la fase si devono consumare esclusivamente prodotti del centro Galileo [scorri in fondo alla guida per scoprire dove comprarli];
  2. Fase di bilancio: i carboidrati vengono reintrodotti poco alla volta, con un passaggio graduale ad una dieta “normale” e ad una progressiva riduzione dell’utilizzo dei preparati Galileo;
  3. Fase di mantenimento: si passa ad una dieta normale, tarata però specificatamente da un dietologo per raggiungere e mantenere il proprio pesoforma.

Dove si comprano i prodotti Galileo?

Non si vendono online, ma vengono distribuiti esclusivamente in farmacia. Dovrai dunque controllare la presenza dei prodotti a marchio Galileo in una delle farmacie vicine alla tua abitazione.

La dieta Galileo funziona? Fa dimagrire?

Partiamo con il dire che si tratta di una dieta che, come molte di quelle che sono attualmente popolari, basa il suo funzionamento sull’innesco dei processi chetogenici del nostro organismo.

Il corpo va in chetosi quando, in seguito ad un consumo estremamente ridotto di carboidrati per un periodo più o meno lungo, comincia a utilizzare in via preferenziale le scorte di grasso/adipe allo scopo di ottenere energia.

Si tratta di diete che hanno il grande pregio di funzionare velocemente e di garantire una buona perdita di peso già dai primi giorni.

Buono anche l’impatto sulla ritenzione idrica: si perdono molti liquidi in eccesso già a partire dalla prima settimana, per un aspetto che, al netto del grasso bruciato, sarà sicuramente migliore.

La dieta Galileo è pericolosa?

Dipende dal nostro stato di salute. Le diete iper-proteiche (o forse sarebbe meglio dire low carb) hanno infatti un impatto considerevole sull’apparato renale e sul fegato. I soggetti che soffrono problematiche specifiche ad uno di questi organi dovrebbero evitare di seguire diete come la Galileo.

È comunque consigliato consultare un dietologo esperto prima di intraprendere questa dieta: per la stragrande maggioranza delle persone si tratta di una dieta relativamente priva di rischi – anche se sarà il dietologo a stabilire se sia il caso o meno di intraprendere un percorso del genere.

Quanto costa la dieta Galileo?

Dipende grandemente dalla durata della stessa e dai tipi di prodotti che andremo a scegliere. La fase più costosa è sicuramente quella di impatto, fase durante la quale dovremo necessariamente consumare soltanto prodotti a marchio Galileo, con costi che ricalcano quelli della famosa dieta Tisanoreica.

Non è sicuramente una dieta per chi non può investire per il suo dimagrimento. Sull’opportunità di pagare un surplus consistente su prodotti che non hanno effettivamente vantaggi rispetto alla loro versione da “supermercato”, lasciamo a voi le considerazioni.

Le preparazioni Galileo

Sono alimenti sostitutivi che dovrai utilizzare soprattutto durante la fase di impatto.

Potrai scegliere tra:

  • Zuppe: ai funghi, alle verdure oppure agli asparagi
  • Omelette: alle zucchine, alla cipolla, ai funghi
  • Tagliatelle: in preparazione proteica
  • Latte di mandorle, che sostituisce il latte normale, il cui consumo non è consentito
  • Cioccolato
  • Cappuccino
  • Yogurt
  • Frappè: alla vaniglia, al cacao oppure al caramello
  • Snack per la merenda o per gli spuntini: grissini, crackers al rosmarino, frollini alla nocciola

Si tratta di un linea prodotti sufficientemente ampia per supportare una dieta completa per tutta la fase di impatto. Sulla gustosità di tali prodotti, non possiamo sicuramente sindacare sotto un profilo medico: starà a te comprarli, provarli e valutarne la palatibilità.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here