Creatinina e clearance della creatinina

0
7
Creatinina e clearance della creatinina

Cos’è la creatinina? La creatinina è un prodotto di scarto della normale e fisiologica degradazione del tessuto muscolare. Una volta prodotta, la creatinina viene filtrata attraverso i reni ed escreta nelle urine. I livelli di creatinina nel sangue vengono solitamente utilizzati come parametro di funzionalità renale.

Cos’è la clearance della creatinina? La capacità dei reni di smaltire la creatinina in eccesso è chiamata clearance della creatinina, che aiuta a stimare il tasso di filtrazione glomerulare (GFR), ovvero la quantità di sangue che ogni minuto viene filtrato e depurato attraverso i reni.

Funzione renale normale e GFR

Tutto il sangue nel corpo scorre attraverso i reni centinaia di volte al giorno. I reni pompano la parte liquida del sangue attraverso minuscoli filtri (chiamati nefroni), poi riassorbono la maggior parte del liquido nel sangue. Il fluido e i prodotti di scarto che i reni invece non riassorbono vengono escreti sotto forma di urina.

La velocità del flusso di sangue attraverso i reni è definita velocità di filtrazione glomerulare, o glomerular filtration rate – GFR. I glomeruli sono fasci microscopici di vasi sanguigni all’interno dei nefroni e sono parti cruciali del sistema di filtraggio. Il tasso di filtrazione glomerulare non può essere misurato direttamente, ed è qui che entra in gioco la misurazione della creatinina e della clearance della creatinina.

Che cos’è la creatinina e la clearance della creatinina?

La creatinina è un prodotto di scarto che viene prodotto continuamente durante la normale degradazione muscolare. I reni filtrano la creatinina dal sangue nelle urine e non ne riassorbono quasi nulla. Ecco perchè la creatinina è un parametro ideale per misurare, seppure in modo indiretto, la capacità depurativa del rene, chiamata funzione renale.

La quantità di sangue che i reni possono depurare dalla creatinina ogni minuto è chiamata clearance della creatinina. La clearance della creatinina in una persona giovane e sana è di circa 95 millilitri al minuto per le donne e di120 millilitri al minuto per gli uomini. Ciò significa che ogni minuto, i reni della persona in questione filtrano 95-120 ml di sangue depurandoli dalla creatinina (oltre ad una serie di altre sostanze di scarto). La GFR può variare a seconda dell’età, del sesso e delle dimensioni. In generale, la clearance della creatinina è una buona stima del tasso di filtrazione glomerulare.

Misurazione della clearance della creatinina e della funzione renale

I medici utilizzano test di clearance della creatinina e della creatinina per controllare la funzione renale. Misurandoil tasso di clearance della creatinina si evince la capacità dei reni di filtrare il sangue. Quando la funzione renale diminuisce, anche la clearance della creatinina diminuisce, e, di conseguenza, la quantità di creatinina del sangue aumenta, poichè non filtrata correttamente.

Ci sono due modi principali i medici usano i test della creatinina per misurare la funzione renale:

  • La clearance della creatinina può essere determinata con precisione misurando la quantità di creatinina presente in un campione di urina raccolto in 24 ore. Questo metodo richiede che una persona raccolga la propria urina in un contenitore di plastica per un giorno, portandolo poi in laboratorio per l’analisi. Anche se il metodo di misurazione della creatinina urinaria è scomodo e attualmente non è il principale test utilizzato, può essere utile per diagnosticare alcune condizioni renali.
  • Il metodo comunemente usato è invece quello che prevede l’analisi di un campione ematico singolo, ottenuto tramite un prelievo di sangue venoso, sul quale viene misurato la concentrazione di creatinina. Sono disponibili diverse formule, che tengono conto dell’età, del sesso e, talvolta, del peso e dell’etnia, per ottenere la stima della clearance della creatinina e della eGFR partendo dai livelli sierici di creatinina. Più alto è il livello di creatinina nel sangue, più basso è il GFR stimato e la clearance della creatinina.

Come già detto, per motivi pratici, il metodo di stima degli esami del sangue per la GFR viene utilizzato molto più spesso del test di raccolta delle urine nelle 24 ore per l’eliminazione della creatinina. Tuttavia, l’uso di raccolte di 24 ore per l’eliminazione della creatinina può ancora essere utile nei pazienti che hanno una grande massa muscolare o una marcata diminuzione della massa muscolare, condizioni che potrebbero falsare il calcolo della clearance della creatinina.

Comprendere il risultato di un valore anormale sulla creatinina

Una bassa GFR con valori alti di creatinina sono indicativi di una malattia renale. Il declino della funzione renale può essere acuto (insufficienza renale acuta, improvvisa ma spesso reversibile) o cronico (insufficienza renale cronica, lenta ma purtroppo spesso irreversibile). Ripetute misurazioni ripetute della GFR o della clearance della creatinina nel tempo possono identificare malattie renali come acute o croniche e monitorarne l’andamento.

La funzione renale e la clearance della creatinina diminuiscono naturalmente con l’età. Fortunatamente, i reni hanno un’enorme capacità di riserva. La maggior parte delle persone può perdere dal 30 al 40 per cento della funzione renale senza avere problemi significativi.

I medici determinano la gravità della malattia renale cronica con un sistema di stadiazione che utilizza la GFR:

  • Fase 1: GFR 90 o superiore (funzione renale normale)
  • Fase 2: GFR 60-89 (leggero declino della funzione renale)
  • Stadio 3a: GFR 45 – 59 (diminuzione da lieve a moderata della funzione renale)
  • Stadio 3b GFR 30 – 44 (diminuzione da moderata a grave della funzione renale)
  • Fase 4: GFR 15-29 (grave declino della funzione renale)
  • Fase 5: GFR inferiore a 15 (insufficienza renale terminale, che di solito richiede dialisi)

Le persone di età superiore ai 60 anni possono avere un livello ematico di creatinina apparentemente normale, ma hanno ancora una bassa GFR e una clearance della creatinina. Il metodo di raccolta delle urine nelle 24 ore, o una delle formule di stima della GFR, può identificare con maggiore precisione il declino della funzione renale.

Cause di creatinina bassa

  1. Malattia muscolari come la distrofia muscolare o condizioni di sarcopenia e denutrizione. I sintomi di una malattia muscolare includono debolezza muscolare, rigidità e dolore muscolare e mobilità ridotta.
  2. Una malattia epatica: in presenza di una scarsa funzionalità epatica la produzione di creatina sarà compromessa, causando a sua volta un basso livello di creatinina ematica (creatininemia bassa). I sintomi includono ittero, dolore addominale e gonfiore, feci chiare, con tracce ematiche o di colore scuro.
  3. Presenza di eccessivi liquidi corporei. La gravidanza, l’assunzione di acqua in eccesso e alcuni farmaci possono portare a questa situazione.

Cause di creatinina alta con bassa clearance della creatinina

Il peggioramento della funzione renale viene diagnosticato in prima battuta con la misurazione della creatinina sierica, che risulterà aumentata. DI conseguenza, il calcolo della clearance della creatinina mostrerà una ridotta capacità di filtrazione glomerulare renale. Quali sono le principali cause di creatinina alta?

  • Pressione sanguigna alta
  • Diabete mellito non ben controllato
  • Farmaci (antinfiammatori, immunosoppressori, antibiotici).
  • Ingestione di grandi quantità di proteine.
  • Infezioni renali
  • Rabdomiolisi (rottura di fibre muscolari, come ad esempio dopo un trauma o un esercizio fisico intenso)
  • Ostruzione del tratto urinario
  • Disidratazione

Cosa fare in presenza di una clearance della creatinina ridotta

Le cause principali delle malattie renali croniche sono la pressione sanguigna alta e il diabete. In presenza di queste condizioni, il primo passo è quello di tenerle sotto controllo con dieta, esercizio fisico e, se necessario, una terapia farmacologica aduegata. Se queste condizioni non sono presenti, possono essere necessari ulteriori test diagnostici per identificare la causa della disfunzione renale.

Il controllo periodico della creatininemia e quindi della clearance della creatinina consentà a voi e al vostro medico di seguire nel tempo un eventuale peggioramento della funzionalità renale. Il medico potrebbe aver bisogno di apportare modifiche al dosaggio dei farmaci che assumete abitualmente, per adattarsi a qualsiasi diminuzione della funzione renale. Molti farmaci infatti sono filtrati dai reni, ed una ridotta capacità “depurativa” dei reni potrebbe aumentare in modo smisurato la concentrazione di principio attivo in circolo, causando effetti collaterali e tossicità.

Poiché i farmaci da banco (in particolare i farmaci per cefalea e altre sindromi algiche), le erbe e gli integratori possono tutti influenzare ed essere influenzati dalla funzione renale, è opportuno non assumerne nessuno senza prima averne discusso con il proprio medico.

La maggior parte delle persone non hanno bisogno di dialisi fino a quando l’eGFR e la clearance della creatinina non scendono drasticamente. Tuttavia, poiché la funzione renale diminuisce naturalmente con l’età, è importante agire tempestivamente per preservare il più possibile la funzionalità renale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here