Benessere e Salute

IL COLLAGENE IDROLIZZATO NUOVA FRONTIERA CONTRO L’OSTEOPOROSI

Il collagene è la proteina più importante per le strutture del nostro corpo. Costituisce infatti il 90% del tessuto epiteliale ed è la principale componente del tessuto connettivo. Grazie a questa sostanza legamenti, tendini, cartilagini, ossa e pelle si formano ed acquisiscono resistenza ed elasticità.

Il nostro corpo è in grado di produrre naturalmente questa proteina ma già a partire dai 25 anni la produzione di collagene si riduce ed è per questo motivo che è importante introdurlo in modo alternativo.

Il collagene nativo non può essere digerito e assimilato dal nostro corpo così com’è.
Per questa ragione viene sottoposto ad un processo di idrolisi tramite il quale viene frammentato in parti più piccole, in modo da permetterne l’assimilazione.
La sostanza che si forma in seguito a questo processo viene appunto definita collagene idrolizzato. Il collagene idrolizzato passa indenne il tratto gastrico, viene scisso negli aminoacidi che lo compongono e utilizzato dai mitocondri per ripristinare i tessuti.

Collagene idrolizzato e osteoporosi

L’osteoporosi è una patologia molto diffusa caratterizzata da indebolimento della struttura ossea. La malattia si presenta quando le cellule ricostruttive delle ossa, gli osteoblasti, non ricevono le sostanze necessarie per poter rigenerare il tessuto osseo, con la conseguenza che la densità delle ossa viene compromessa e aumenta il rischio di incorrere in gravi fratture.

E’ dimostrato che l’assunzione di collagene idrolizzato permette la rigenerazione delle ossa e combatte l’avanzamento della patologia.

È una malattia che colpisce soprattutto le donne e che emerge in relazione ad eventi come: gravidanza e allattamento, menopausa, disturbi alimentari e uso di particolari farmaci (cortisonici, tiroidei, chemioterapici e anticonvulsivanti).

Frenare il deperimento dei tessuti in caso di osteoporosi è però possibile!
La matrice vivente dell’osso è composta di collagene per più dell’80%.

Quindi con l’introduzione di tale sostanza gli osteoblasti possono disporre dell’ingrediente necessario di cui le ossa sono fatte per lavorare in modo efficace ed evitare l’indebolimento scheletrico.

I principali benefici del collagene idrolizzato sono i seguenti:

  • rigenerazione della massa ossea e delle articolazioni
  • ripristino del benessere dell’organismo
  • miglioramento dell’elasticità della pelle
  • rinforzamento di unghie e capelli
  • ricostruzione della cartilagine
  • protezione di tessuti connettivi, ossa e articolazioni dagli effetti collaterali dei farmaci

Integratore di collagene idrolizzato

L’integratore di collagene idrolizzato rappresenta la soluzione più efficace contro l’osteoporosi. Non c’è miglior modo infatti per curare una patologia di risolvere il problema alla radice.

Se alle ossa mancano i componenti per ricostruire il tessuto osseo, perché non fornirglieli?

Non tutti i collageni però sono uguali e vanno bene per le ossa.

Neogela è un integratore di collagene idrolizzato naturale al 100% e certificato dal Ministero della Salute, di tipo 1, che è proprio la tipologia di collagene di cui sono composte le ossa.

L’assunzione quotidiana di questo integratore permette di introdurre le sequenze aminoacidiche fondamentali che vengono usate dalle cellule ossee per formare il tessuto, stimolando così il naturale ciclo di ricostruzione.
integratore collagene idrolizzato per osteoporosi

È un prodotto sicuro e può essere assunto senza controindicazioni anche in caso di gravidanza e allattamento o di altre patologie gravi, come il diabete o l’insufficienza renale. Inoltre, non interferisce con l’assunzione di altri farmaci.

Oltre a favorire il ciclo di rimodellamento delle ossa, Neogela protegge l’organismo dagli effetti dannosi dei farmaci.

Si tratta di una soluzione ideale in caso di:

  • osteoporosi / osteopenia
  • artrite / artrosi
  • attecchimento degli impianti protesici
  • fratture ossee
  • trattamento denti contro i bifosfonati

Scopri QUI Neogela il collagene più efficace contro l’osteoporosi.

Comment here