Candida: i rimedi naturali e olistici più efficaci

0
7
Candida cure naturali

La Candida Albicans può essere curata efficacemente con metodi olistici e naturali, nel solco di quelli che sono i canoni di questa importante filosofia di cura.

Le infezioni croniche da lieviti e funghi sono uno dei campi di interesse principale da parte della medicina olistica, in quanto proprio l’interazione del nostro corpo con funghi e parassiti è un segnale importante del livello di equilibrio del nostro benessere psicofisico.

Ci sono rimedi naturali e olistici per combattere la Candida?

Sì e l’approccio olistico è il più funzionale per questo tipo di disturbo. La candida infatti è spesso la risultante di stili di vita sbagliati e le sue manifestazioni non possono essere efficacemente combattute proprio con il ricorso ad un approccio totale come quello offerto dalla medicina olistica.

Di seguito troverete i rimedi olistici migliori per superare la Candidosi.

Una dieta bilanciata

Il lievito che causa la candidosi basa la sua alimentazione sugli zuccheri. Diete troppo ricche di carboidrati possono essere la causa prima dello sviluppo di questa patologia. È necessario dunque (e non solo per la candida) tornare ad un regime dietetico equilibrato, che non vuol dire necessariamente ipocalorico, ma piuttosto con il giusto equilibrio tra grassi, proteine e carboidrati. Questi ultimi, in forma di zuccheri semplici o complessi, andrebbero ridotti fino al passaggio della fase acuta.

Occhio a saponi e agenti chimici

Bisogna fare molta attenzione agli agenti chimici e ai saponi, che possono peggiorare il quadro di chi soffre di infezioni da lieviti. Questo vuol dire che bisognerà fare molta attenzione ai saponi, anche intimi, che si usano. Bisognerà altresì evitare l’utilizzo di profumi e deodoranti specifici e di assorbenti che non siano completamente neutri.

Anche i profumi in generale, le vernici, gli smalti e disinfettanti possono essere causa del proliferare del Candida Albicans, motivo per il quale andrebbero maneggiati e utilizzati con estrema cautela, nell’ottica di un recupero della salute olistico e non solo contingente alla fase acuta della Candidosi.

I batteri buoni

Olistico vuol dire anche e soprattutto equilibrio e non c’è necessariamente bisogno di ricorrere a farmaci specifici per tenere sotto controllo il lievito di cui parliamo oggi. Basta rifocillarsi di quello che è il suo nemico naturale, il lactobacillus. Potete trovarlo in tanti integratori specifici ed è un toccasana contro la candida e per la salute e l’equilibrio anche del nostro tratto intestinale.

Biancheria? Di cotone e pulita!

La biancheria è molto importante, soprattutto per le donne. Questa deve essere non colorata (quindi di color ecrù) e possibilmente in cotone. Va cambiata spesso e lavata con saponi neutri. Questo per fornire un ambiente sterile che permetta di recuperare l’equilibrio naturale tra lactobacillus e candida nel nostro canale vaginale.

Problemi psicologici ed emozionali

Un corpo, ci insegna la medicina olistica, che soffre di questo tipo di problemi è un corpo che non ha un equilibrio psichico adeguato. Bisognerebbe dunque cercare di individuare, soprattutto se la proliferazione dei lieviti è dovuta ad una dieta sbagliata, quali sono le cause di stress e ansia e trattarle adeguatamente. Uno specialista olistico può sicuramente aiutarvi a superare anche questo tipo di problemi.

Può interessarti anche: Verruche Genitali – come curarle in modo naturale

Cos’è la Candida Albicans?

Si tratta di un tipo di lievito naturalmente contenuto nel nostro corpo. Nella grande maggioranza dei casi il nostro sistema immunitario riesce a mantenere un equilibrio tra i batteri buoni e i funghi come la Candida, che vivono principalmente in ano, tratto vaginale e gola.

Quando l’equilibrio viene meno e il nostro corpo non è più in grado di combattere i funghi e i lieviti, la Candida Albicans prende il sopravvento e cause quella che la medicina ufficiale chiama candidosi.

Rimedi naturali e olistici? Anche tu puoi essere il dottore di te stesso

La trattazione sulla candida e sui rimedi naturali per combatterla sarebbe terminata, ma come amiamo ripetere su queste pagine chi vuole avere un approccio olistico alla sua salute deve necessariamente cercare di comprendere il proprio corpo, le sue reazioni e le sue modalità di cura naturali.

Per saperne di più sulla candida e sulle interazioni con il nostro corpo, continuate a leggere.

Che cos’è la candidosi?

È un infestazione fungina del canale vaginale, che può colpire però anche il cavo orale (la bocca) e il retto. Si tratta di una condizione molto comune (secondo Mayo Clinic almeno il 75% delle donne si troverebbero ad affrontarla almeno una volta nella vita.

Come si contrae la candidosi?

Il candida albicans vive già nell’area vaginale. Il lactobacillus in genere riesce a tenerne il numero sotto controllo, cosa che però viene meno quando c’è uno squilibrio nel nostro corpo. Lo squilibrio diventa dunque causa della super-crescita di questi funghi, che danno luogo all’episodio acuto di candidosi.

La colpa può essere anche dei farmaci

Chi si interessa di medicina olistica lo fa anche perché è stanco di ricorrere all’uso di farmaci della medicina tradizionale che possono causare, e quello della candida è forse uno dei casi più cristallini, patologie invece che curarle.

Tra le cause più comuni della candidosi troviamo appunto l’uso di antibiotici, che andando a ridurre il numero di batteri lactobacillus rendono molto più facile per la Candida Albicans prendere il sopravvento.

Le altre cause

Tra le altre cause che possono portare al proliferare di lieviti e dunque alla candidosi troviamo:

  • gravidanza, che può essere causa di scompensi ormonali che riducono il numero di batteri lactobacillus
  • diabete
  • sistema immunitario non adeguato (è uno degli interessi principali della medicina olistica)
  • problemi di carattere ormonale pre-ciclo
  • quantità non adeguata di riposo notturno e di sonno

Quali sono i sintomi più comuni per la candidosi?

La candidosi non è difficile da riconoscere in quanto ha manifestazioni proprie e univoche della sua presenza:

  • prurito: sia internamente che esternamente alla vagina, con la voglia irrefrenabile di grattarsi
  • bruciore: sia a riposo sia, soprattutto, durante atti sessuali
  • dolore: soprattutto durante la penetrazione
  • formicolio
  • irritazione ed eritema: l’area esterna e interna possono essere colpite in egual misura
  • perdite vaginali biancastre: sono in genere il sintomo più visibile di una candidosi in corso

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here