Assenza mestruazioni. Quali sono le cause e come curarle

0
5
Assenza di mestruazioni

L’assenza delle mestruazioni viene chiamata amenorrea. L’amenorrea è la mancanza di mestruazioni per uno o più mesi. L’amenorrea si verifica se una donna non ha mestruazioni per tre cicli mestruali di seguito e quando a 15 anni una ragazza non ha ancora le mestruazioni, ma in alcuni casi è normale avere la prima mestruazione in ritardo rispetto alla media.

Se non si presentano le mestruazioni potrebbe anche essersi instaurata una gravidanza. Nella guida di oggi cercheremo di capire assieme cosa significa quando non si presentano le mestruazioni o cosa bisogna fare per risolvere il problema.

Le cause e i sintomi

Le cause dell’amenorrea sono spesso riconducibili a dei problemi a carico degli organi riproduttivi o delle ghiandole che si occupano di regolare i livelli ormonali. I sintomi dell’amenorrea sono:

  • Assenza di cicli mestruali;
  • Dolore pelvico;
  • Secrezione lattea dal capezzolo;
  • Acne;
  • Perdita di capelli;
  • Disturbi visivi;
  • Mal di testa;
  • Eccesso di peli;

Oltre all’assenza dei cicli mestruali possono non comparire altri sintomi in caso di amenorrea. Se si sono saltati più di tre cicli consecutivi o bisogna contattare il medico per capire le cause dell’amenorrea o escludere una gravidanza. Ovviamente bisogna capire se la donna è in gravidanza già a partire dal primo ciclo saltato.

Se non hai le mestruazioni assicurati di non essere incinta prima di pensare a complicanze e patologie. Basta un semplice test di gravidanza. L’assenza di cicli mestruali può essere anche causata da problemi legati all’infertilità.

Se l’amenorrea è prolungata nel tempo in genere è causata dai bassi livelli di estrogeni e può anche causare la comparsa prematura di osteoporosi. Le cause dell’amenorrea possono essere molteplici e in alcuni casi si possono associare all’effetto collaterale di un medicinale. Controlla sempre gli effetti indesiderati dei farmaci che stai assumendo.

Alcune cause naturali di amenorrea possono essere:

  • Gravidanza;
  • Allattamento;
  • Contraccettivi ormonali;
  • Menopausa;

Può accadere che le donne che assumono la pillola non abbiano le mestruazioni. Soprattutto se assumono pillole senza interruzione o pillole a base di solo progesterone.

Spesso anche se il metodo contraccettivo viene interrotto potrebbe accadere che il ciclo salti e che il corpo abbia bisogno di tempo per tornare all’ovulazione normale e per ripristinare il ciclo mestruale.

Anche gli impianti o i dispositivi intrauterini come ad esempio la spirale possono provocare amenorrea. Anche alcuni medicinali possono causare assenza di mestruazioni:

  • Medicinali per l’ipertensione;
  • Chemioterapici;
  • Antidepressivi;
  • Antipsicotici;
  • Medicinali anti-allergici;

Se la donna non ha il ciclo e assume questi medicinali deve chiedere il parere del medico. Anche lo stile di vita può causare amenorrea, lo stress emotivo può causare alterazioni nell’ipotalamo e causare disfunzioni del ciclo mestruale tramite i cambiamenti ormonali e la sospensione della mestruazione. Spesso se lo stress si riduce il ciclo riprende il suo corso regolare.

Anche il peso corporeo può influenzare il ciclo mestruale. Se la donna ha un peso molto basso questo può influire sulla funzione degli ormoni e fermare l’ovulazione. Nelle donne che soffrono di disturbi dell’alimentazione come ad esempio l’anoressia e la bulimia, possono soffrire di amenorrea.

Non solo un basso peso può causare assenza di mestruazioni. Anche le donne in forte sovrappeso o obese possono soffrire di amenorrea e saltare anche molti cicli.

Un esercizio fisico eccessivo potrebbe causare un’interruzione delle mestruazioni. La bassa percentuale di grasso corporeo, lo stress e il dispendio energetico possono causare l’amenorrea. Lo stress è un segnale di allarme primordiale quindi il corpo ferma l’ovulazione perché avere un figlio potrebbe rappresentare un pericolo.

Anche la presenza di cicatrici uterine può causare amenorrea. Il tessuto cicatriziale può accumularsi nel rivestimento dell’utero e causare assenza di mestruazioni. Un taglio cesareo, un intervento all’utero o il trattamento contro i fibromi uterini oppure un raschiamento possono causare assenza di ciclo.

Il blocco ovulatorio causa la produzione di ormoni maschili che causano acne e peluria, ecco perché le donne che soffrono di amenorrea soffrono anche di acne e di peli in eccesso. Il ciclo può scomparire anche a causa di uno squilibrio ormonale a cui dedichiamo un paragrafo specifico.

Squilibrio ormonale

Tra le cause dell’amenorrea possono esserci anche cause di natura ormonale come:

Il tumore dell’ipofisi può causare interferenze con i normali equilibri ormonali. La menopausa precoce può arrivare anche prima dei 40 anni e provocare esaurimento della produzione ovarica. La sindrome dell’ovaio policistico causa squilibri ormonali e spesso anche infertilità.

Le disfunzioni tiroidee come l’ipertiroidismo, ovvero l’iperattività della tiroide, possono causare irregolarità nel ciclo mestruale, tra cui l’amenorrea. Anche l’ipotiroidismo può interferire con il normale ciclo mestruale.

Diagnosi

Una visita ginecologica con un’ecografia è necessaria per la diagnosi. Se l’amenorrea è causata da problemi ormonali in genere bisogna ricorrere ad esami ed analisi specifici. Per la diagnosi di amenorrea possono servire esami sulla prolattina perché bassi livelli di questa sostanza possono essere spia di un tumore della ghiandola ipofisi.

Valutare la quantità di ormone TSH nel sangue per monitorare la funzionalità della tiroide, può aiutare la diagnosi di amenorrea. Per eliminare la presenza si una gravidanza è necessario ricorrere ad un test di gravidanza o ad un test tramite analisi del sangue.

Potrebbe essere utile anche ricorrere ad un test di funzionalità dell’ovaio. Anche la quantità di ormone FSH nel sangue può essere utile per diagnosticare l’amenorrea. Il test dell’ormone maschile eè utile in caso di presenza di acne e peli in eccesso.

Verificare il valore degli estrogeni è utile per avere la diagnosi di amenorrea. Altri esami utili alla diagnosi sono:

  • Risonanza magnetica;
  • TAC;
  • Esami con ultrasuoni;

Cura e terapia

La terapia dipende strettamente dalle cause di origine del problema. Spesso per degli squilibri ormonali basta assumere delle pillole anticoncezionali o seguire altre terapie ormonali.

Se l’amenorrea viene provocata da problemi con l’ipofisi o a carico della tiroide, la terapia in genere è di tipo farmacologico e deve essere prescritta dal medico a seguito di accurate analisi.

Nel caso in cui l’amenorrea sia provocata da un tumore o da un impedimento organico, o da tessuto cicatriziale, potrebbe essere necessario servirsi di un intervento chirurgico.

Se noti l’assenza di mestruazioni e hai escluso una gravidanza, chiedi consiglio al tuo medico di fiducia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here