Benessere e Salute

Ad ogni difetto visivo la sua lente

Ogni difetto della vista necessita di essere corretto con una lente apposita, che a sua volta può avere più funzioni e caratteristiche.

Le lenti per gli occhiali da vista infatti non nascono solo per correggere handicap visivi, bensì possono apportare benefici nella vita di tutti i giorni.

Di seguito andremo a vedere da vicino i modelli più utilizzati in modo da capire quando e per quale tipologia di difetto visivo sono indicati.

Nel caso in cui desideri ricevere maggiori informazioni visita il sito di Essilor Italia.

 

Lenti progressive – Cavalcano il mercato dalla fine degli anni ‘50

Le lenti progressive sono il modello di lenti da vista più affascinante che esista.

Questa particolare tipologia di lente infatti, permette nell’arco di pochissimi secondi, di vedere in maniera nitida e definita a ben tre distanze di profondità diverse.

Il tutto con un solo paio di occhiali!

Sarà facile dedurre che queste lenti permettono di economizzare molto nell’acquisto degli occhiali, basti pensare che chi solitamente ne utilizza tre di varie tipologie, con questi occhiali dovrà sostenere la spesa di un unico paio di lenti.

I modelli più vecchi necessitavano di diversi giorni prima che l’occhio si abituasse al loro utilizzo, ma grazie alle tecnologie avanzate degli ultimi anni, alle lenti progressive ci si può abituare nell’arco di pochissime ore.

Gli occhiali muniti di queste lenti inoltre, permettono di risparmiare spazio, rendendo le passeggiate e le uscite fuori casa molto più comode, in quanto chi le utilizza non avrà bisogno di portarsi dietro altre tipologie di occhiali da vista.

 

Lenti antiriflesso e antiblu – Perfette per chi lavora al pc

Chi non ha mai sentito parlare delle luci blu emesse da monitor e dispositivi elettronici?

Bene, le lenti antiriflesso e antiblu, permettono di proteggere gli occhi da queste luci, respingendo i raggi luminosi.

Le lenti antiriflesso e antiblu sono progettate con dei filtri che bloccano e/o assorbono la luce emessa da qualsiasi strumento tecnologico (i-pad, cellulari, etc.) permettendo all’occhio di non affaticarsi e rischiare di subire danneggiamenti alla vista.

 

 

Lenti fotocromatiche – Due occhiali in uno

La funzione principale delle lenti fotocromatiche è quella di proteggere gli occhi dalle luci nocive blu e viola, emesse dai raggi UV e dagli schermi digitali.

La loro caratteristica principale consiste nel fatto che cambiano colore a seconda del luogo in cui vengono utilizzate.

Se sottoposte infatti a fonti di luce, tendono a scurisci, in caso di ombra o buio, si schiariscono. Questo cambio repentino del colore della lente è dovuto alla presenza, in essa, di sostanze minerali come il fluoro, il cloro, lo iodio ed il bromo.

Le lenti fotocromatiche quindi permettono di economizzare, in quanto in un unico paio di occhiali si hanno quelli da sole e quelli da vista.

 

Le lenti di cui abbiamo appena parlato nell’articolo devono essere sempre utilizzate dietro consiglio di un esperto, in quanto una scelta dettata da metodi fai-da-te potrebbe portare l’occhio a sforzarsi e a danneggiarsi.

 

Con il giusto paio di lenti, non solo vengono corretti difetti divisi, ma si apportano notevoli comodità alla vita di tutti i giorni.

 

 

Comment here