I 10 alimenti da comprare sempre in versione BIO

0
8
cibi-biologici-da-comprare

Comprare organico costa molto, lo sappiamo anche noi ed è più che lecito chiedersi quali siano gli alimenti che dovremmo acquistare, in modo esclusivo, da agricoltura biologica.

Sì, perché non tutti gli alimenti biologici possono fornire gli stessi benefici mentre alcuni, più di altri, sono decisamente dannosi quando provengono da agricoltura intensiva tradizionale.

Le granaglie e i cereali

Secondo gli ultimi studi condotti dalla USDA, l’ente statunitense che controlla la commercializzazione degli alimenti, sugli alimenti del genere granaglie e cereali rimangono dai 10 ai 15 diversi pesticidi.

Le quantità dei residui sono minime, ma sul lungo periodo è comunque preoccupante assumere sostanze che sono riconosciute come neurotossine, agenti cancerogeni e tossici.

Latte e latticini

Si tratta di una categoria di alimenti ricca di ormoni e che per circa il 20% è stata prodotta da mucche che non hanno una cartella clinica immacolata. Comprare latte prodotto senza ormoni, soprattutto se si hanno bambini in casa, è di fondamentale importanza. Problemi come menarca e sviluppo sessuale precoci sono un’autentica piaga della nostra società e tutto fa pensare che la responsabilità, in concorrenza con le carni rosse provenienti dagli stessi allevamenti, sia proprio del latte e dei latticini ricchi di ormoni.

Carne

La carne di produzione industriale è ricca di ormoni, antibiotici e pesticidi. Questi ultimi finiscono per trovarsi nella carne perché gli animali sono alimentati esclusivamente per via di soia che è o trattata geneticamente, o comunque ricchissima di pesticidi. La carne biologica è sicuramente cara, ma offre grandissimi benefici a livello di salute.

Mele

Sì, lo sappiamo, una mela al giorno toglie il medico di torno, anche se dipende molto dalla qualità delle stesse. Circa l’80% delle mele provenienti da agricoltura intensiva non biologica contiene residui di Tiabendazolo, una sostanza pesticida che è allo studio per i suoi effetti cancerogeni. Non basta togliere la buccia, dato che i pesticidi sono spesso in grado di penetrare anche la polpa.

Ciliegie

Piacciono a tutti, grandi e piccini, ma non sono sempre sicure. Questo perché hanno una buccia che tende ad incamerare i pesticidi con i quali sono state trattate. Secondo le analisi dell’USDA si potrebbero trovare tracce di oltre 40 pesticidi diversi su una comune ciliegia acquistata al supermercato. Anche questo è un ottimo alimento, che andrebbe però acquistato solo biologico.

Pomodori

I pomodori sono una delle basi della dieta mediterranea. I test condotti sui pomodori da supermercato prodotti in agricoltura intensiva hanno però mostrato evidenti tracce di Clorotalonilo, un potente cancerogeno.

Uva

L’uva da tavola è uno dei frutti preferiti, soprattutto in stagione. Contengono però spesso tracce di Captano e Ipodione, due medicinali ritenuti cancerogeni per l’uomo. Anche qui il problema è quello dei pesticidi e no, non basta una sciacquata sotto l’acqua del rubinetto.

Fragole

Le fragole hanno effetti estremamente benefici sulla nostra salute, a patto che però siano anch’esse provenienti da agricoltura biologica. Anche qui il problema è il Captano, il cui assorbimento è favorito dal fatto che le fragole non hanno praticamente buccia.


Potrebbe interessarti ancheSi possono mangiare le fragole in gravidanza?

Pesce

Le pesce sono un alimento ricco di antiossidanti e offrono un ottimo apporto di fibre. La loro buccia è una di quelle che però tende ad assorbire pesticidi, che possono anche in questo caso penetrare all’interno. L’USDA ha trovato tracce di 62 diversi pesticidi, molti dei quali cancerogeni, nelle pesche immesse in commercio. Anche qui, la via è quella dell’agricoltura biologica.

Peperoncino

L’ultimo ortaggio di questa rassegna che conviene comprare sempre biologico. Nel peperoncino sono stati rilevati 49 diversi pesticidi, che includono alcune note neurotossine. Il peperoncino, onnipresente sulla tavola degli italiani, andrebbe comprato sempre da agricoltura certificata biologica, per evitare di mandare giù, insieme al gusto piccante, anche delle pericolosissime neurotossine.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here