Tumore ai muscoli della gamba

0
36
tumore-ai-muscoli-della-gamba

I tumori sono una delle patologie più diffuse del nostro tempo: ormai se ne sente parlare sempre più spesso e, a volte, non ci sono neppure delle cure adeguate, soprattutto nel caso dei tumori più rari, come quelli dei tessuti molli che possono interessare i muscoli della gamba.

Che cos’è il sarcoma alla gamba? Cosa causa il tumore ai muscoli della gamba? Quali sono i principali sintomi di questo tumore? Cosa bisogna fare in questi casi, quali sono i trattamenti migliori? In questo articolo proveremo a fornirti una vera e propria guida sul tumore ai muscoli della gamba!

Che cos’è il sarcoma?

Quando parliamo del tumore ai muscoli della gamba, ci riferiamo a quello che, in gergo medico, è comunemente conosciuto con il termine sarcoma, ossia il tumore che colpisce i tessuti molli del nostro organismo.

Il sarcoma, però, non colpisce solo ed esclusivamente i muscoli della gamba, può comparire infatti in tutti i tessuti connettivi, compresi i tendini, i tessuti sinoviali, i nervi, le cartilagini e via dicendo.

Ogni sarcoma può avere un comportamento clinico e biologico diverso da un altro, tuttavia, oggi proveremo a concentrarci il più possibile su quello dei muscoli della gamba.

Così come accade per qualsiasi altro tipo di tumore, anche nel caso del sarcoma ci sono delle possibilità di successo più o meno alte, ovviamente in base alla presenza di diversi fattori come i seguenti:

  • Il grado di aggressività del sarcoma;
  • Il punto in cui si trova il tumore;
  • Il tipo di tumore;
  • Le dimensioni del tumore nel momento della diagnosi.

Proprio in riferimento a questo ultimo punto, ricorda che, come accade per tutti i tumori, è importante una diagnosi precoce, così che la riuscita della terapia sia più elevata.

Da che cosa può essere causato il tumore ai muscoli della gamba?


In linea di massima non ci sono delle cause specifiche per la comparsa del tumore ai muscoli della gamba, e per i sarcomi in generale. Tuttavia possiamo elencare dei fattori che aumentano il rischio di andare incontro a questa condizione patologica:

  • Il fatto di essere un individuo immunodepresso, affetto da un virus;
  • La presenza di altre malattie per lo più di origine genetica, come la sindrome di Werner, la sclerosi tuberosa, oppure la sindrome di Li-Fraumeni o il retinoblastoma ereditario;
  • Il linfedema cronico;
  • Il fatto di essere stati sottoposti a dei trattamenti radioterapici.

Quali sono i sintomi più comuni del sarcoma?

sintomi-del-tumore-ai-muscoli-della-gamba

Se sei affetto da un sarcoma, o se vuoi capire se un tuo caro lo è, devi individuare una tumefazione che si è venuta a formare proprio nel punto esatto in cui si trova il tumore.

Questa tumefazione, di solito, non provoca dolore ma è riconoscibile al tatto e la sua crescita è molto variabile, tanto che può crescere nel giro di un breve periodo, ma anche nel giro di uno o diversi anni.

Come puoi notare si tratta di un sintomo evidente, a meno che non si trovi nella parte addominale e, non appena lo noti, è opportuno che ti rivolgi subito ad un medico specialista perché, per la diagnosi e, quindi, per il trattamento più adatto, devi essere sottoposto a degli esami di cui parleremo più avanti.

Quali sono gli esami di controllo da fare per il tumore ai muscoli della gamba?

Purtroppo, al momento, non ci sono degli esami di screening per diagnosticare in modo precoce i sarcomi dei tessuti molli e, quindi anche quelli ai muscoli della gamba.

Tuttavia, se il medico sospetta che puoi essere affetto da questo tumore, ti accompagnerà in un vero e proprio percorso diagnostico che inizia solitamente con una ecografia, seguita da una Tac con mezzo di contrasto, oppure con una risonanza magnetica della zona colpita.

Ovviamente, lo specialista ricorrerà a questi esami solo dopo averti sottoposto ad un esame obiettivo che consiste principalmente nella palpazione della zona, per poter valutare la dolorosità e la consistenza della protuberanza.

Dopo la Tac, o la risonanza magnetica, il medico dovrà verificare se ci sono delle metastasi all’interno del tuo organismo, oppure valutare se il sarcoma è localizzato e, per fare ciò, ti sottoporrà ad un altro esame che si chiama Pet.

Un altro esame di fondamentale importanza per diagnosticare il tumore ai muscoli della gamba, oppure gli altri tipi di sarcoma, è la biopsia, che consiste nel prelievo del tessuto sospetto che verrà poi analizzato in sede di laboratorio.

Questo esame istologico ci permette di capire esattamente lo stadio del tumore, per poi procedere con la terapia più adatta a quel caso specifico. Andiamo a vedere più avanti quali sono i migliori approcci terapeutici per i tumori dei tessuti molli.

Qual è la terapia migliore per il sarcoma dei tessuti molli?

Ci auguriamo che non serva ricordarti che, se sei affetto da un tumore, come il sarcoma dei tessuti molli, è il caso che tu ti rivolga ad un centro specializzato per ottenere un piano terapeutico fatto su misura per te.

Così come accade per qualsiasi altro tipo di tumore, anche nel caso del sarcoma dei tessuti molli dovrai essere sottoposto ad un trattamento multidisciplinare in cui la malattia verrà attaccata sotto diversi fronti.

Il trattamento migliore per il sarcoma prevede senza ombra di dubbio un intervento chirurgico che ha l’obiettivo di rimuovere del tutto il tessuto malato con le porzioni di tessuto sano circostanti, al fine di evitare delle recidive causate dalle tracce del tumore.

Dopo la rimozione del tumore, i medici valuteranno se è il caso di proseguire il trattamento con la radioterapia, in base, ovviamente, alla sensibilità del tumore nei confronti delle onde radio utilizzate per questo tipo di trattamento.

Sempre in base alla tua situazione, il medico, o comunque lo specialista, potrebbe ritenere necessario sottoporti alla radioterapia anche prima di fare l’intervento, per cui, come puoi notare, il trattamento può variare da persona a persona.

L’uso della chemioterapia, in genere, non viene indicato per il trattamento del sarcoma, né tantomeno per il tumore ai muscoli della gamba, ma ricorda di seguire sempre i consigli che ti darà il tuo medico perché, in alcuni casi, anche questa terapia si è dimostrata efficace.

Terminato il trattamento per il sarcoma o, comunque, per il tumore ai muscoli della gamba, sicuramente verrai monitorato periodicamente in quanto si tratta di uno dei tumori con il tasso di recidiva più alto. Se segui i consigli del tuo medico la probabilità di sopravvivere può sicuramente aumentare.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here