Perché il neonato inarca schiena e testa?

0
123
neonato-inarca-la-schiena

I neonati e i bambini molto piccoli hanno un modo speciale di comunicare, un modo non verbale fatto di pianti e piccoli e grandi gesti che spesso può essere un vero e proprio mistero da sbrogliare soprattutto per i neo genitori.

A partire dall’arrivo del neonato le preoccupazioni si moltiplicano ogni giorno e le domande diventano centinaia. A volte nel neonato si possono notare dei comportamenti strani o che possono preoccupare.

Cosa significa se il neonato si inarca la schiena e la testa e si dimena, soprattutto durante la poppata? Cosa si può fare per porre rimedio e per tranquillizzare il bambino? C’è da preoccuparsi? Vediamolo insieme.

Ipertonia del bambino

Se il neonato inarca la schiena e la testa molto spesso non è raro che si tratti di un caso di ipertonia muscolare. È un problema serio o un evento passeggero? Quali sono le cause e quali le conseguenze? Come intervenire? Lo spieghiamo qui di seguito.

Se il bambino è difficile da calmare e da tenere in braccio, se si dimena e inarca la schiena e la testolina senza trovare pace siamo davanti ad un caso di ipertonia. Questo problema è caratterizzato da un eccessivo tono muscolare nel bambino che è causato da una momentanea immaturità del sistema nervoso.

Il bambino ipertonico non ha patologie serie, dato che una volta che il sistema nervoso si sarà sviluppato correttamente i sintomi svaniranno. Il piccolo generalmente può poppare più della media e fare evidente fatica a stare attaccato al seno. In genere tende le gambe ed inarca la testa e la schiena.

Spesso all’ipertonia si associano anche dei rigurgiti e delle colichette causate dall’aria intestinale. Inoltre il lattante che soffre di ipertonia inizia a fare movimenti molto precoci non propri dei neonati come sollevare la testa già a partire da una o dalle due settimane o persino a muoversi e a rotolarsi sulla schiena già a partire da un mese.

Non allarmarti subito se noti che il bambino inarca la testa e la schiena, ma se hai dubbi rivolgiti sempre al medico. Non sottovalutare i problemi del neonato e non ignorare i suoi sintomi.

Cura e terapia

Dato che si tratta di un disturbo è temporaneo che è causato semplicemente da una momentanea e del tutto naturale immaturità del sistema nervoso del neonato, non servono farmaci o terapie particolari. Basta cullare, rilassare e accarezzare il bambino per calmarlo. Anche cantare dolcemente o parlargli aiuta a rilassare i muscoli e a far sentire il piccolo al sicuro.


Potrebbe interessarti: Neonato che piange mentre mangia. Cosa fare?

Le carezze e le coccole sono un modo per rilassare il bambino e i muscoli e per  abbassare il tono muscolare. Un modo per dare un maggiore sostegno al piccolo è allattare sdraiate sul fianco. Questa posa può aiutare il lattante ad il sostegno uniforme al corpo di cui ha bisogno per rilassare la muscolatura.

Se il tuo bambino inarca non solo la schiena e la testa, ma contrae anche la lingua puoi dargli un valido aiuto con la ginnastica linguale. Come fare per rilassare la lingua? Basta inserire il dito indice delicatamente nella bocca del piccolo, ed esercitare una pressione leggera ed uniforma sulla lingua. Tieni il polpastrello girato verso la lingua e cerca di rilassarla.

Non appena il lattante inizia a succhiare basta premere con dolcezza verso il basso per rilassare la lingua ed esercitarla e per abituare il piccolo a poppare correttamente.

Ricorda di ripetere questo esercizio più volte al giorno, così aiuterai il neonato a stabilizzare la sua lingua. Il bambino imparerà così a gestire la lingua e a fare una poppata più tranquilla e a nutrirsi a sufficienza ad ogni pasto senza chiedere continuamente il seno alla mamma.

Il fatto che il piccolo non riesca a poppare correttamente lo porta ad ingurgitare aria e ad avere continuamente fame. Per questo il piccolo poppa molto e soffre di aria e colichette (come abbiamo spiegato in precedenza).

In questo modo la mamma recupererà un po’ di libertà e tranquillità e aiuterà il bambino a rilassarsi durante l’allattamento al seno. Se non sai come fare o se non ti senti sicura chiedi consiglio al pediatra sugli esercizi per la lingua e sui massaggi da fare al piccolo. Ricorda che la nostra guida è a scopo informativo e non sostituisce il parere del medico.


Potrebbe interessarti ancheCacca verde neonato. Da cosa dipende e quando preoccuparsi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here