Menopausa chirurgica e calo del desiderio: che fare?

0
49
gli effetti collaterali della menopausa chirurgia ed il calo del desiderio sessuale

Spesso nelle donne che sono in menopausa chirurgica si trovano a soffrire di un calo del desiderio. Si parla di disturbo da desiderio sessuale ipoattivo e spesso è un problema vissuto in imbarazzo e silenzio. Questo disturbo può causare un serio disagio psicologico nella donna oltre che difficoltà nei rapporti, non solo sessuali, con il partner.

La donna sviluppa spesso anche sensi di colpa e paura. All’origine di questo disturbo c’è spesso una ragione di tipo ormonale. Il disturbo da calo del desiderio sessuale chiamato HSDD ovvero Hypoactive Sexual Desire Disorder, può essere causato da cambiamenti ormonali che non dipendono dal volere della persona.

Menopausa chirurgica e calo del desiderio: le cause

Nelle donne che si trovano in menopausa chirurgica, quindi le donne che hanno subito l’asportazione delle ovaie e/o anche un’isterectomia (con totale asportazione dell’utero) il calo dei livelli del testosterone è immediato. L’isterectomia spesso è riconducibile ai fibromi all’utero e causa menopausa immediata.

Il testosterone è l’ormone che ha un ruolo chiave nel regolare il desiderio sessuale femminile e nonostante sia un ormone maschile è presente per natura anche nell’organismo delle donne. Il testosterone nelle donne viene prodotto per metà dalle ovaie e per metà dalle ghiandole surrenali e regola il desiderio sessuale nelle donne.

Eliminare l’utero e entrambe le ovaie significa abbassare i livelli di testosterone del 50%. Il disturbo da desiderio sessuale ipoattivo causa la carenza e/o addirittura l’assenza, in modo persistente o in modo ricorrente, di ricettività nei confronti dell’attività sessuale.

Questo problema causa disagio nella donna. Altri sintomi della menopausa chirurgica sono simili a quelli della comune menopausa nella donna e includono:

  • Disturbi del sonno;
  • Debolezza;
  • Vampate di calore;
  • Cambiamenti di umore;
  • Calo di energia;
  • Problemi urogenitali;

Le donne che soffrono di questo problema sono spesso infelici, si sentono meno femminili e vivono la vita sessuale con profondo disagio. La paura e il disagio si aggiungono al problema e non facilitano la condizione della donna.

rapporti-sessuali-dopo-isterectomia

Spesso le donne non ne parlano con il ginecologo e restano in silenzio. Il nostro consiglio per uscire da questo stato di disagio è recarsi dal ginecologo e spiegare con cura la propria condizione fisica e psicologica.

Spesso le donne non sono propense a richiedere un aiuto per paura e vergogna o perché sottovalutano il problema, recarsi da un medico resta sempre la soluzione migliore. Anche informarsi aiuta ad affrontare con maggior consapevolezza il problema del disturbo da desiderio ipoattivo.

Cura e terapia

Spesso le donne pensano che non ci sia una cura utile o possibile per arginare questo problema. Per fortuna esistono delle cure. Da qualche anno in Italia è possibile disporre, solo su prescrizione medica, del cerotto transdermico contenente testosterone.

Per questo motivo il primo passo è parlare con un medico e sottoporsi ad una visita ginecologica. Il cerotto transdermico con testosterone è un farmaco approvato apposito per le donne che soffrono di disturbo da calo del desiderio anche associato a timore e disagio.

Il cerotto si utilizza per trattare il disturbo da desiderio sessuale ipoattivo in tutte le donne che sono state sottoposte ad isterectomia e/o ad una ovariectomia bilaterale e che sono quindi in menopausa chirurgica. Il cerotto si può utilizzare anche se è in corso una terapia estrogenica.

Conseguenze dell’intervento

Dopo l’asportazione di utero e ovaie si ha uno stato di menopausa immediato. La menopausa porta con se una serie di sintomi da fronteggiare. Senza la presenza delle ovaie una donna sarà sempre più esposta al rischio di osteoporosi e anche di sviluppare delle malattie cardiache.

La metà delle pazienti sviluppa in seguito all’intervento anche delle complicazioni, in alcuni casi anche gravi. A volte può comparire anche una sindrome post-isterectomia che causa:

  • Insonnia;
  • Debolezza;
  • Palpitazioni;
  • Vertigini;
  • Difficoltà ad urinare;
  • Mal di testa;
  • Irritabilità e nervosismo;
  • Dolore durante i rapporti sessuali;
  • Perdita di capelli;
  • Problemi alla pelle;
  • Aumento di peso;

I cambiamenti ormonali possono colpire negativamente le beta endorfine, gli ormoni legati alla sensazione del benessere, quindi causare malessere e sbalzi di umore oltre che aumentare il rischio di sviluppare delle malattie cardiache.

Per questo motivo consigliamo di fare attenzione e di rimanere in contatto con il medico effettuando dei controlli periodici. La nostra guida è puramente informativa e non sostituisce il parere del medico. Non cedere al timore, prenota una visita dal tuo ginecologo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here