Feci nere: cause, sintomi, cura e possibili conseguenze

0
79

La presenza di sangue nelle feci gli conferisce un colore scuro che tende al nero. Il sangue che rende le feci scure può venire dall’esofago, dallo stomaco oppure dall’intestino tenue. Le feci nere hanno un odore acido e il fenomeno prende il nome di melena. Ci sono anche casi di feci nere che però non sono associate ad un melena.

In alcuni casi le feci risultano nere, ma in assenza di sangue. Perdere sangue da una zona dell’apparato gastrointestinale alto non è assolutamente un buon segno ed è consigliabile una visita dal medico. Vediamo di capire quali sono le cause più comuni delle feci nere e di capire come comportarsi. Buona lettura.

Colore nero delle feci, cosa significa

Il colore scuro delle feci può essere causato da:

  • Ingestione di alcune sostanze;
  • Assunzione di integratori di ferro;
  • Particolari patologie;
  • Uso di farmaci anti-infiammatori non steroidei FANS;
  • Ulcera peptica;
  • Infiammazione del tratto gastrointestinale;
  • Colectomia;
  • Assunzione prolungata di farmaci antidolorifici;
  • Gastrite;
  • Varici esofagee;

Le ulcere allo stomaco sono causate da un’infezione dovuta a un batterio dal nome Helicobacter pylori che si elimina tramite una terapia a base di antibiotici. sono normalmente prescritti per eliminare l’infezione e talvolta un riduttore acido. Le varici esofagee sono vene che si dilatano nella parete dello stomaco e/o nell’esofago superiore o in quello inferiore.

Se le vene si rompono, possono provocare sanguinamento, che può scurire le feci e farle apparire nere. Come si scopre la causa delle feci nere? I disturbi legati alle feci nere vengono normalmente diagnosticati dal medico tramite un quadro sintomatologico ed esami diagnostici. Il colore nero da solo non è sempre indice di una presenza di sangue. Il medico avrà bisogno di confermare, con esami specifici, se ci sia o meno sangue nelle feci.

Si può fare tramite un esame rettale o in casa con un kit specifico che viene fornito per raccogliere un campione di feci, che sarà poi inviato ad un laboratorio per l’esame. Se il melena (il sanguinamento) viene confermato, il medico può richiedere altri test diagnostici per capire la causa e la posizione del sanguinamento. I test possono includere:

  • Esami del sangue;
  • Radiografie;
  • Studi di bario;
  • Gastroscopia;
  • Colonscopia;
  • Coltura delle feci;

Vediamo ora cosa bisogna fare in caso si noti che il colore delle feci è cambiato ed è di colore nero.

Cosa fare in caso di cacca nera

Spesso si richiede un intervento rapido. In base alle cause che hanno provocato il problema, si procede con una terapia. La terapia può essere farmacologica, chirurgica o di altro tipo. Per la terapia sono importanti gli esami diagnostici e una valutazione delle feci per capire se il colore scuro sia davvero causato da sangue occulto.

Le normali feci hanno consistenza e colore omogeneo, sono prive di muco, sono morbide, ma non troppo. Anche l’odore non deve essere troppo forte. Se le feci non corrispondono al normale, è sempre bene chiedere al medico.

Se noti cambiamenti nelle feci, l’unica cosa da fare ècontattare il medico. Nel prossimo paragrafo vediamo di approfondire quali sono i sintomi e di parlare delle ulteriori cause delle feci nere. Continua a leggere.

Sintomi e cause delle feci nere

I sintomi che possono accompagnare la comparsa di feci nere cambiano a seconda della causa. In genere compaiono anche:

  • Gonfiore addominale;
  • Dolore addominale;
  • Variazioni nelle abitudini intestinali;
  • Indigestione;
  • Febbre e sintomi simil-influenzali;
  • Diarrea;
  • Nausea;
  • Vomito;
  • Feci maleodoranti;
  • Inappetenza;
  • Dolore e/o bruciore rettale;
  • Perdita di peso;

Tra le cause di comparsa di feci nere, oltre al sangue e alle ulcere, c’è anche il consumo di alcuni alimenti come spinaci, rucola, broccoli, prezzemolo, fagiolini, questo perché si tratta di verdure ricche di clorofilla che tende a colorare di verde le feci. Anche mirtilli, ciliegie e barbabietole scuriscono le feci. Tra le bevande, il vino rosso può variare il colore delle feci rendendole scure.

Tra le altre cause di feci nere troviamo utilizzo di farmaci antinfiammatori non steroidei, liquirizia; vermi e parassiti. Anche un tumore al colon può causare feci nere. In questo caso è fondamentale consultare immediatamente il medico.

Anche il consumo eccessivo di alcol o il consumo di droghe può irritare il rivestimento dell’esofago e dello stomaco e causare le feci scure. Il fumo inoltre, aumenta il rischio di soffrire di ulcere peptiche e anche il rischio di tumori del tratto gastrointestinale.

Feci nere in gravidanza

In gravidanza la principale causa delle feci nere è l’assunzione di alcuni farmaci o integratori, anche se il colore scuro può comunque essere causato da un sanguinamento intestinale. Anche in questo caso per diagnosticare la condizione, il medico dovrà valutare la storia medica della paziente, i sintomi, i cambiamenti nella dieta e l’elenco dei farmaci e integratori assunti.

Spesso il colore scuro delle feci durante la gravidanza, è causato di integratori di ferro e vitamine, ma se così non fosse bisogna fare esami specifici. Se noti feci nere in gravidanza, contatta subito il tuo medico.

Cura e terapia

Non c’è una cura o una terapia unica per combattere la presenza di feci nere. Ogni caso è diverso e dipende da cause diverse. A volte, se il colore nero è dovuto dalla dieta ricca di verdure, non bisogna far nulla nello specifico, dato che non c’è nulla da temere.

Anche nel caso in cui le feci siano nere a causa degli integratori di ferro, non c’è niente da temere. Il corso espelle il ferro in eccesso, dato che non può assimilarlo tutto e questo rende le feci nere, ma non c’è niente di cui aver paura.

Se invece il colore nero delle feci fosse provocato dal sangue la terapia varia a seconda dell’origine del sanguinamento. In caso di ulcera peptica, la terapia deve aspirare alla rimozione di cause aggravanti e dei fattori che riducono la resistenza delle barriere mucose e che aumentano la produzione di acidi.

Se invece il sanguinamento fosse causato da una patologia più seria o da un tumore, la terapia va valutata assieme ad un oncologo. Ricorda che la nostra guida è a solo scopo informativo e che non sostituisce il parere del medico.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here