Cervice bassa. Cos’è e come esaminarla

0
73
cervice-bassa

La cervice è la porzione dell’utero che si affaccia in vagina, avere la cervice bassa non indica necessariamente la presenza di una problematica. Cerchiamo di capire bene cos’è la cervice, come si misura e come si fa a capire se è in salute.

Cervice: cos’è

La cervice è una sporgenza emisferica, quella porzione dell’utero che si affaccia in vagina. Con un autoesame della cervice si possono avere delle informazioni utili che possano far comprendere lo stato di salute del tutto naturale delle parti intime.

La posizione della cervice aiuta a capire i sintomi della fertilità esattamente come il muco cervicale. La cervice, durante il ciclo mestruale, si modifica per azione degli estrogeni per aiutare il concepimento.

Durante il periodo non fertile ovvero nel corso della fase finale del ciclo e dopo l’ovulazione, la cervice è bassa perché i livelli di estrogeni sono bassi. Quindi avere la cervice bassa e chiusa significa essere nel periodo non fertile, la cervice risulta compatta al tatto e si sente facilmente con le dita.

Durante il periodo fertile, quindi quando il livello dell’estrogeno sale, la cervice si alza, risulta soffice e al tatto e per percepirla con le dita bisogna essere capaci di capirne la posizione. La cervice si modifica per natura durante il corso del ciclo per seguire i naturali momenti dello stesso.

Come anticipato nel periodo fertile la cervice si alza e si apre per incoraggiare il passaggio degli spermatozoi mentre nel periodo non fertile la cervice si abbassa per natura per evitare, quanto possibile, che avvenga un concepimento.

Tutto questo procedimento, del tutto naturale, viene regolato dall’ormone estrogeno che determina la produzione del muco cervicale, la sostanza che aiuta il concepimento aiutando gli spermatozoi a nutrirsi e aiutandoli nella risalita fino all’ovulo.

Per questo motivo avere la cervice bassa non denota la presenza di problematiche, ma semplicemente è una indicazione sul momento del ciclo della donna in età fertile.

Come esaminare la cervice?

È possibile esaminare la cervice anche a casa. Inizialmente bisogna lavare le mani accuratamente prima di inserirle in vagina. In questo modo si evita il rischio di portare batteri nocivi nella zona intima.

Dopo aver lavato accuratamente le mani si vanno ad inserire una o due dita all’interno della vagina tenendo il palmo della mano rivolto in alto. Quando si sente un qualcosa che non permette alle dita di proseguire si piegano le dita verso la parete addominale, così si potrà percepire la cervice.

La cervice si trova al di sopra del canale vaginale ed è inclinata rispetto all’asse del canale. La fine della mestruazione è il periodo ideale per capire come iniziare con il controllo autonomo della cervice.

Per capire i cambiamenti della cervice si può effettuare l’auto esame ogni giorno , questo per capire quando si è nel periodo fertile e si può incoraggiare il concepimento.

Trovare una posizione comoda è importante per facilitare l’auto-esame. La cervice ha una forma tonda e presenta come con un buchino al centro, una volta trovata diventerà sempre più facile capire dove si trova.

Vicino al periodo del ciclo mestruale la cervice è bassa e favorisce l’espulsione del sangue, quindi è più facile riuscire a trovarla. Riepilogando una cervice bassa indica che si si trova nel periodo non fertile perché si abbassa per favorire il ciclo mestruale.

Una cervice alta è sinonimo di fertilità e significa che la cervice si trova nel momento in cui è adatta a facilitare il passaggio degli spermatozoi. Se la cervice è dura ha una consistenza simile alla cartilagine, se la cervice è morbida ha la consistenza simile a quella delle labbra.

Se la cervice è bassa è anche chiusa e indica il periodo non fertile. Se la cervice è aperta è anche alta e indica il periodo fertile. Se la cervice è molto umida significa che ci si trova in un periodo fertile mentre se la cervice è asciutta significa che ci si trova in un periodo non fertile.

Quindi se senti che la tua cervice è bassa non preoccuparti, non c’è nessun pericolo, significa solo che non sei nel periodo fertile. Imparare a sentire la cervice è anche molto utile a capire, se si desidera, quando è più probabile rimanere incinte.

Durante la gravidanza l’utero si allarga mentre il collo dello stesso si accorcia quindi la cervice appare più alta, si appiattisce e appare persino più piccola. Durante la gravidanza la cervice si ammorbidisce molto e di conseguenza anche le pareti vaginali appaiono più morbide e soffici.

Se hai l’abitudine di prendere la temperatura basale puoi anche registrare nella tabella l’apertura, la consistenza e la posizione della cervice per aumentare la conoscenza del tuo periodo fertile.

Ricordiamo che la nostra guida è solo informativa e che non sostituisce il parere del medico, per qualsiasi dubbio è consigliabile consultare il proprio ginecologo di fiducia o il proprio medico.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here